Flavio Delbono e Don Giovanni Nicolini

SABATO 14 MARZO ore 18

A BOLOGNA CONTRO LA POVERTA'

Ne parleranno Flavio Delbono
e Don Giovanni Nicolini
commentando il libro
"
Povertà, di che cosa?
Risorse, opportunità, capacità"

di Flavio Delbono e Diego Lanzi
(Società editrice il Mulino)

Conduce l'incontro Giorgio Tonelli


Anziani in fila davanti alla Caritas. Discount presi d’assalto da famiglie di impiegati ed ormai ex ceto medio. Giovani coppie per le quali “mettere su” famiglia e avere un figlio è una sfida molto più grande di quella che fu per i propri genitori. E’ il quadro delle “nuove povertà” in una città ricca come Bologna. Un tema delicato, importante di cui si parlerà sabato 14 marzo alle ore 18.00 alla Libreria Irnerio, assieme a don Giovanni Nicolini e Flavio Delbono commentando il libro “Povertà di che cosa” di Flavio Delbono e Diego Lanzi, ed. Il Mulino.



Non si tratta solo di denunciare i problemi, ma di offrire una via d’uscita a chi sta pagando i costi di una crisi di cui non è affatto corresponsabile.
Stella polare del libro è, infatti, l’insegnamento di Amartya Sen, l’economista che ha offerto ai politici contributi interessanti ed efficaci per governare la crisi ed aiutare le persone e le famiglie ad uscire dal tunnel della recessione sociale.



Don Giovanni Nicolini è stato parroco di Crevalcore fino al 1999. Attualmente è parroco a S. Antonio da Padova alla Dozza di Bologna. E’ stato assistente diocesano dell’Azione Cattolica e direttore della Caritas diocesana di Bologna. E’ fondatore delle Famiglie della Visitazione, Comunità monastica legata alla Famiglia monastica fondata da don Giuseppe Dossetti.



Flavio Delbono vive a Bologna da oltre trent’anni.
Docente universitario, è arrivato alla politica negli anni Novanta con la stagione dell’Ulivo. E’ stato prima assessore al Bilancio del Comune di Bologna e poi vicepresidente e assessore alla Finanze della Regione Emilia-Romagna. Ha recentemente lasciato l’incarico per dedicarsi completamente a Bologna.



"...le buone qualità di un povero possono sì esistere, ma non risplendono;
così come dal sole le creature, le buone qualità
sono illuminate dalla ricchezza.
"
Da un racconto contenuto nei Pancatantra





(I proventi per diritti d'autore derivanti dalla vendita di questo volume saranno interamente devoluti a favore di associazioni che aiutano i bambini più poveri nel mondo.)


Altre immagini dell'incontro si possono visionare

a questo link (Clicca)

5 comments:

pgessi said...

Un libro che rende accessibile a tutti (economisti e non)il panorama delle teorie piu significative e attuali sul perché della povertà nel mondo.

Anonymous said...

bisogna far presto, la povertà è una brutta bestia

Anonymous said...

bisogna far presto, la povertà è una brutta bestia

Anonymous said...

Ottima scelta Delbono e don Nicolini. Coraggioso l'argomento trattato. Di sicuro ci sarò.
Gianna Stefanelli

Anonymous said...

Guai a chi continua a rifiutare, omettere, ignorare, escludere la soluzione di Lyndon LaRouche alla crisi mondiale.
LaRouche è l'unico economista che la previde, mentre i vari Delbono, Zamagni & C. ancora brancolavano nel buio.

Ma, soprattutto, guai all'intera società che si lascia abbindolare dagli incompetenti.