VINCENT SPASARO presenta il romanzo fantasy "IL DEMONE STERMINATORE Cronache del fiume senza rive"

SABATO 1 GIUGNO ore 17,30

VINCENT SPASARO 
presenta il romanzo fantasy
"IL DEMONE STERMINATORE Cronache del fiume senza rive"
(Anordest editore)

interviene
EUGENIO SAGUATTI

Celebrato da Alan D. Altieri come "La nuova frontiera del Fantasy", "Il demone sterminatore" è un romanzo assolutamente da conoscere da tutti i lettori di fantasy per adulti come risposta italiana alle saghe di  George R. R. Martin.

E' un affresco epico dove nulla è ciò che sembra e il bene e il male non sono sempre entità distinte.
Quando tre stranieri, stanchi dopo lungo vagare, giungono ai confini di un oscuro avamposto di frontiera dimenticato dalle mappe, non comprendono dove siano finiti né cosa li attenda.
Sono 'cacciatori' lanciati all'inseguimento di colui che ha commesso il peggior crimine immaginabile, convinti di essere vicini alla meta, ma la loro "preda" pare averli giocati spingendoli su di un immenso fiume nebbioso che si sussurra non aver fondo e rigurgita di mostri.
E già altri "cacciatori" varcano le porte, disposti a passare sul corpo dei loro stessi compagni pur di riportare a casa la testa dello sterminatore e tenere solo per sé la gloria. Più si avanza nel cuore del fiume senza rive, più le certezze vacillano e la speranza si fa fioca: il demone sterminatore potrebbe essere ovunque, nascosto nei recessi del fiume selvaggio o seduto al fuoco da campo dei viandanti, e gli abitanti del fiume senza rive non cedono facilmente il passo agli stranieri.
In un mondo fatto di tranelli, un pugno di temerari combatte contro una natura primordiale e contro i propri demoni, convinti di poter fronteggiare il nemico e uscirne vincitori. E lo sterminatore attende.

Vincenzo "Vincent" Spasaro è nato a Roma nel 1972, è laureato in lettere e vive a Piacenza, dove lavora come copywriter e insegnante di arti marziali.
È stato tre volte consecutive finalista al premio Urania (Mondadori) e una al premio Solaria (Fanucci).
Dirige la collana "Fantastico e altri orrori" delle Edizioni Il Foglio. È appassionato di kung fu, storia, storie e musica heavy.

DANIELE MATTIOLI presenta "BASEBALL E USA BINOMIO PERFETTO"

MARTEDI' 28 MAGGIO ore 18,00

DANIELE MATTIOLI 
presenta
"BASEBALL E USA BINOMIO PERFETTO"
(Sassoscritto editore)

intervengono
ROBERTO MANTOVANI, fotografo
CLAUDIO LIVERZIANI, giocatore di baseball Fortitudo Bologna

Martedì pomeriggio parliamo di Baseball, uno sport "minore" a livello nazionale ma conosciuto e praticato da molti a Bologna.
L'autore del libro è quasi ventiduenne e fin da giovanissimo ha maturato la passione per il baseball, classico sport statunitense che sta prendendo piede anche in Italia. Radiocronista e commentatore di questo sport sul sito internet www.grandeslam.net e sulla web radio Arena Sportiva, racconta in questo volume quindici giorni trascorsi negli Usa a seguire le finali delle World Series 2011. Un viaggio alla scoperta del Baseball ma anche, grazie alle ottime capacità di osservazione di Mattioli, dell'America.

Daniele Mattioli è nato il 12 agosto del 1991 a Bologna ed è grazie ai suoi genitori che ha scoperto il baseball. Segue questo sport dal 2002, anno in cui incomincia ad andare allo stadio,  osservando partite su partite e chiedendo sempre l'autografo ai giocatori.
Nel 2008 decide di creare un blog oggi diventato sito (www.grandeslam.net) dove assieme ad amici racconta tutto quello che accade nel baseball e softball italiano e mondiale, ventiquattro ore su ventiquattro. Questa visibilità gli permette di descrivere dagli Usa le World Series 2010 e 2011 con il sito internet Arena Sportiva e di commentare le partite sull'omonima web radio.
Dal marzo 2013 entra a far parte dell'Ufficio Stampa della Fortitudo Baseball.













FESTA DEL LIBRO 2013


DA GIOVEDI' 23 A LUNEDI' 27 MAGGIO
FESTA DEL LIBRO 2013
iniziativa per la promozione della lettura promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali nell'ambito del MAGGIO DEI LIBRI 2013

******
La nostra libreria ha aderito all'invito degli organizzatori, proponendo "Abbraccia le tue passioni":
DURANTE I GIORNI DELLA FESTA IN LIBRERIA VERRA' PRATICATO IL 20% DI SCONTO SUI LIBRI ACQUISTATI!




Giunta al terzo anno consecutivo, è una campagna nazionale promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali in collaborazione con l'Associazione Italiana Editori, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO.
Nata nel 2011 con l¹obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile, la campagna inizia il 23 aprile, in coincidenza con la Giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d'autore, prosegue con la Festa del Libro che si amplia dal 23 al 27 maggio e, altra novità dell'edizione 2013, si prolunga fino al termine del mese, concludendosi il 31 maggio.

In quest'ambito viene proposta l'iniziativa "Abbraccia le tue passioni":
dal 23 al 27 maggio il 20% di sconto su centinaia di migliaia di libri: romanzi, saggi, fiabe e racconti. Un appuntamento nazionale che ³festeggia² in modo eccezionale il Maggio dei Libri e fa crescere la lettura in Italia, organizzato dagli editori in collaborazione con i  librai sia indipendenti sia di catena.

Chi ci segue da tempo sa che non consideriamo lo sconto una soluzione al problema della scarsa attitudine alla lettura in Italia;  altre iniziative, quali il sostegno a biblioteche e scuole e una generale politica dei prezzi più bassi sarebbero sicuramente prioritarie per allargare il numero dei lettori, paurosamente basso nel nostro Paese rispetto alle medie europee.
Tuttavia riteniamo che un'iniziativa corale come questa della Festa del Libro possa contribuire a creare lettori e sostenere il valore sociale della lettura e della libertà di pensiero, e per questo volentieri la sosteniamo;
Auspichiamo che, da parte del Governo, ci sia una reale azione in tal senso, che non venga solamente demandata agli operatori dell'ambito editoriale, essendo la cultura patrimonio e risorsa di tutti.

GIULIA SIMONETTI conduce un incontro formativo: "MAI SENTITO PARLARE DI PSICOLOGIA DELLA SALUTE?"

 INCONTRO RIMANDATO AD ALTRA DATA

SABATO 25 MAGGIO ore 17,30

GIULIA SIMONETTI 
conduce un incontro formativo:
"MAI SENTITO PARLARE DI PSICOLOGIA DELLA SALUTE?"
evento organizzato in collaborazione con
MIP - MAGGIO DI INFORMAZIONE PSICOLOGICA


Sabato ospitiamo con piacere un incontro organizzato nell'ambito del "Maggio di informazione psicologica", un'iniziativa organizzata per promuovere informazione e prevenzione sul disagio psichico.
In libreria si terrà dunque un incontro di carattere divulgativo condotto dalla dott.ssa Giulia Simonetti.
Il tema trattato è la psicologia della salute, cioè quella branca della psicologia che si occupa

La Psicologia della salute Ë una branca della psicologia che si occupa dell'analisi dei processi psicologici e psicosociali, connessi ai comportamenti che hanno implicazioni per la salute. Che cos'è la salute? Cosa si intende per benessere psicologico? Perchè alcuni adottano comportamenti "salutari" ed altri no? Un breve excursus per conoscere una disciplina specifica e riflettere su alcuni meccanismi psicologici alcune volte sottovalutati.

Ai partecipanti verrà consegnato un foglio contenente le informazioni per ottenere ulteriori informazioni sulla psicologia e il link ai questionari di gradimento on line.

Approfondimenti ed il calendario completo degli incontri organizzati a Bologna possono essere trovati sul sito www.psicologimip.it/bologna


CLAUDIO BEGHELLI presenta "L'ANIMALE CHE IMMAGINA. FRAMMENTI DI UN'AUTOBIOGRAFIA INTELLETTUALE"

VENERDI' 24 MAGGIO ore 18,00

CLAUDIO BEGHELLI
presenta
"L'ANIMALE CHE IMMAGINA.
FRAMMENTI DI UN'AUTOBIOGRAFIA INTELLETTUALE"
di CLAUDIO BEGHELLI e GIORGIO CELLI

(Prospettiva Editrice, 2013).

Oltre all'Autore, interverranno i prefatori del libro:

Prof.ssa Niva Lorenzini
(Dip. Filologia e Italianistica. Università di Bologna)
Prof. Paolo Radeghieri
(Dip. di Scienze Agrarie Università di Bologna
Davide Celli

e inoltre:
Matteo Cincopan, Luca-Saraz Budini e molti altri amici e collaboratori di Giorgio Celli.
Letture a cura dell'Attore Paolo Zaccaria


Venerdì pomeriggio un tributo alla figura di  Giorgio Celli attraverso un libro intervista scritto da Claudio Beghelli, che collaborò assiduamente con il professore negli ultimi anni della sua vita, diventandone amico, confidente, collaboratore.

Fu su proposta di Giorgio Celli che l'autore iniziò a registrare le loro conversazioni.
Ne è risultata la lunga e ricca intervista che è confluita nel volume che proponiamo venerdì a chiunque ricordi Giorgio Celli con affetto, siano allievi, collaboratori o persone che lo incontravano quotidiamìnamente nel quartiere.
In questa sapiente, ironica, informale intervista, si può vedere Celli in una veste inconsueta, perché, attraverso la fitta trama dei suoi discorsi, si percepisce, come in filigrana, il background concettuale in cui affonda le radici tutto il suo lavoro teorico e creativo. Il Professore rivisita (e rilegge) tutti i temi centrali e ricorrenti della sua multiforme Opera letteraria, artistica e, in senso esteso, filosofica.

Dice a questo proposito suo figlio Davide:
"Tutta l'attività di Giorgio Celli è sempre stata incentrata sul donare al mondo il suo talento, un talento sconfinato che ha spaziato in tutti i campi, dall'entomologia alla letteratura, dal teatro alla televisione, dall'etologia alla poesia, dall'amore per i gatti a quello per l'arte, dall'ecologia alla politica. La sua vita è stata una battaglia senza fine in difesa del sapere, una crociata combattuta senza mai pensare ad un'ipotetica sconfitta e assecondando quel detto zen che recita: "la ricompensa è il viaggio", tutto il resto, la meta, non conta. Questo che leggerete è il suo testamento perché altri non ne ha lasciati."


















video

ADRIANO PETTA presenta "IPAZIA Vita e sogni di una scienziata del IV secolo"

 LUNEDI' 20 MAGGIO ore 17,30

ADRIANO PETTA
presenta
"IPAZIA
Vita e sogni di una scienziata del IV secolo"
di Antonino Colavito e Adriano Petta
(la Lepre edizioni)

interviene BRUNO GIORGINI
ricercatore in fisica teorica presso il Dipartimento di Fisica dell'Universita' di Bologna e l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Quanto diverso sarebbe il nostro mondo se non fossero stati messi a tacere tanti spiriti liberi, come Ipazia?

Questa donna straordinaria fu astronoma, matematica e filosofa, erede della scuola alessandrina (370-415 d.C.) ­ fatta massacrare dal vescovo Cirillo per mettere a tacere la sete di sapere e la libertà di pensiero che la animavano.

Antesignana della scienza sperimentale, studiò e realizzò l'astrolabio, l'idroscopio e l'aerometro.
Nell'anno dedicato all'astronomia è legittimo chiedersi come potrebbe essere il mondo oggi e con quanti secoli di anticipo avremmo conseguito le conquiste moderne, se persone come Ipazia fossero state lasciate libere di esprimersi e di agire.

La prima parte del romanzo, avvalendosi di un'accurata ricostruzione del contesto storico e culturale, narra l'avventura di Ipazia negli aspetti pratici, quotidiani, scientifici e politici: una vita che assume connotati sempre più drammatici, fino al tremendo e atroce epilogo.
Nella seconda parte la voce narrante è quella della stessa Ipazia che ci parla dei suoi sogni, delle sue ricerche e della sapienza di cui era depositaria. Un sapere millenario che, dopo il crollo del mondo ellenistico e il trionfo del cristianesimo, è rimasto sepolto per secoli, fino al nascere della scienza moderna.

"Ipazia" è un vero caso editoriale, un libro che ha venduto oltre 50.000 copie.
In ocasione dell'uscita dell'edizione economica, abbiamo il piacere di ospitare Adriano Petta per parlarne ancora, cercando di contribuire alla conoscenza di una figura che risulta sempre più imprescindibile per gli storici della scienza e gli appassionati.

Questa nuova edizione è corredata dalla prefazione di Margherita Hack, da sempre sensibile alle voci eterodosse della scienza e della società. Dice la scienziata nell'introduzione:
«Questa storia romanzata ma vera di Ipazia ci insegna ancora oggi quale e quanto pervicace possa essere l'odio per la ragione, il disprezzo per la scienza. È una lezione da non dimenticare, è un libro che tutti dovrebbero leggere».

ADRIANO PETTA
è l'autore della prima parte del volume. Romanziere, saggista, studioso di storia della scienza e medievalista, ha al suo attivo numerose pubblicazioni di carattere scientifico e divulgativo. Come "Ipazia", anche gli altri suoi romanzi ("Assiotea", "Roghi fatui" "Eresia Pura") approfondiscono la tematica del conflitto tra ragione e religione, e sono dedicati a personaggi storici che hanno combattuto per la libertà di pensiero.

Per ANTONINO COLAVITO (1947-2007) la stesura della seconda parte di "Ipazia" è stata l'unica esperienza di scrittura, nella quale ha narrato discorsi intorno alla filosofia e alla scienza.


















RENATO DE ROSA presenta "LA VARIANTE DEL POLLO"

SABATO 18 MAGGIO ore 18,00

RENATO DE ROSA 
presenta
"LA VARIANTE DEL POLLO"
(Mursia editore)
con la partecipazione di
SARA BORSARINI

Sabato 18 recuperiamo un incontro che era stato rimandato lo scorso mese di marzo.

"La variante del pollo" è un delizioso divertissement, un piccolo libro di culto che non potrà mancare nella biblioteca di quanti amano la lettura.
Emulando gli "Esercizi di stile", di Raymond Queneau, Renato de Rosa ci regala una divertente parodia di imitazione letteraria che prende a prestito lo stile di trentadue scrittori tra i più conosciuti della nostra letteratura. Il tutto partendo da una domanda surreale ed infida nella sua assurdità: perchè il pollo ha attraversato la strada? Da qui l'autore confeziona un esercizio di scrittura mimetica che finisce per fornire al lettore tutto quello che c'è da sapere sullo stile degli illustri scrittori prescelti.

Le parodie proposte sono delle affettuose prese in giro, talmente raffinate che nessuno degli scrittori coinvolti potrà lamentarsene.

Per ogni autore, de Rosa inizia con una sintesi critica di quattro righe, una caustica presentazione dell'autore parodiato.
Alla introduzione segue il racconto, dove le atmosfere letterarie trasferite nella realtà dei pollai,  tra improbabili capponi, saggi tacchini e svenevoli pollastre, assumono toni grotteschi di un umorismo irresistibile, dalle profonde ovvietà di Alberoni: "Il pollo decide di attravresare quando qualcosa lo spinge a compiere quell'atto", ai gialli di Faletti "Il buio e il pollaio hanno lo stesso colore"  alle denunce sociali di Tabucchi "Sostiene il pollo di avere preso la propria decisione in un giorno d'estate".

Come spesso accade nell'umorismo, questo è un libro serissimo, una sottile metafora sul conformismo d'ogni colore e fede e ideologia, un invito al pensiero libero e creativo. Perchè infine, come avverte de Rosa sulla sua ultima, fatal riga, "pollo è chi il pollo fa".

Il modo in cui de Rosa presenta il libro è in sintonia con la sua opera: bandite le dissertazioni socio-filosofiche, viene proposto un tourbillon di sorprese, parodie, imitazioni, prese in giro, tutto giocato sul divertimento ed il coinvolgimento dell'uditorio, con la presenza maestosa del personaggio principale, il pollo...
Un piccolo spettacolo dunque più che una presentazione, con un sorriso ironico ma affettuoso sul mondo della letteratura.

Ospite d'eccezione della serata sarà la vocalist SARA BORSARINI.
Nei primi anni '70 fu prodotta da Lucio Battisti, che le affidò tre sue composizioni, scritte con Mogol: "Perchè dovrei", "Uomini" e "Io mamma". Grintosa e con uno stile tipicamente soul, abbandonò presto la carriera professionistica intraprendendo esperienze diverse.