CATERINA FERRARESI presenta il romanzo per ragazzi "NASO DI CANE"

DOMENICA 14 DICEMBRE ore 11,00

CATERINA FERRARESI
presenta il romanzo per ragazzi
"NASO DI CANE"
(Einaudi ragazzi)

Domenica mattina una lettura animata in libreria condotta dall'autrice, Caterina Ferraresi, e dedicata ai ragazzi delle scuole elementari.

Rocky è un cane di mezza età, vivace e affettuoso, ben inserito nella famiglia di umani che lo ha accolto. Ma quello che era il bambino di casa, Stefano, è ormai cresciuto e non dedica più a Rocky il tempo e le attenzioni di una volta: ora ci sono lo studio, gli amici, la ragazza del cuore, e Rocky si sente un po' messo da parte. Stefano ora si mette addirittura il profumo che gli ha regalato la fidanzata, e per Rocky è davvero troppo, proprio non sopporta quegli effluvi.
Perché i cani, si sa, hanno dei parametri olfattivi molto diversi da quelli degli umani. Amano la puzza di piedi, l'odore di uova marce, quello della pipì di altri cani... Il cane decide di andarsene a cercare nuove puzze da respirare, e starsene da solo per un po'.
A casa, nel frattempo, Stefano e la sua famiglia sono disperati per la sparizione di Rocky e lo cercano dappertutto, organizzando un'improbabile squadra di salvataggio che riuscirà infine a ritrovare Rocky.

CATERINA FERRARESI
, psichiatra bolognese, ha pubblicato assieme a Marco Mazzoli la raccolta di racconti "Il lupo sotto il mantello" (Ed. il Ponte Vecchio), vincitrice del premio Tobino. Con Danilo di Diodoro il libro per bambini "Lo gnomo della biblioteca" (Ed Moby Dick). E' stata semifinalista al torneo letterario IOSCRITTORE di Mauri-Spagnol con il romanzo-saggio "L'elogio del barista" e finalista con "Domani è un altro giorno", pubblicato in formato e-book. Il romanzo si è aggiudicato il premio come Miglior incipit.

PAOLO PIRAS presenta "BRAVI & CAMBONI L’epica minore del Cagliari: piedi storti, teste matte e colpi di genio"

VENERDI' 12 DICEMBRE ore 19:30

PAOLO PIRAS
presenta
"BRAVI & CAMBONI L’epica minore del Cagliari: piedi storti, teste matte e colpi di genio" (egg Edizioni)

interverranno
WU MING 1
WU MING 3

Fùtbologia

Questo libro del giornalista Rai Paolo Piras è un excursus divertito nella mitologia pop per definizione, quella calcistica, attraverso la ricostruzione e la rievocazione delle storie di alcuni dei personaggi che hanno fatto la storia del Cagliari – non solo i campioni ma anche i “brocchi” (camboni, appunto, nello slang cagliaritano). Bravi & Camboni di Paolo Piras segna l’esordio della neonata casa editrice Egg edizioni www.eggedizioni.com

 

Presentazione dell'antologia "A BOLOGNA PIACE GIALLO"

LUNEDI' 8 DICEMBRE ore 17:00

presentazione dell'antologia
"A BOLOGNA PIACE GIALLO"
introducono

KATIA BRERTANI
e LORENA LUSETTI
letture e musiche di
DEBORA POMETTI e ROMANO ROMANI
riprese video
QUIBOLOGNA.TV


La Bologna notturna, sotterranea, delle ombre e della nebbia, fa da sfondo ai 13 racconti di questa antologia.
Gli autori che li hanno creati sono Bolognesi, di nascita o di adozione, e di questa città conoscono molto bene le contraddizioni.

Come Stephen King ha immaginato il clown, emblema della risata e del divertimento, trasformato in spaventoso portatore di terrore e di morte, anche gli autori di questa antologia hanno saputo mostrare l'altra faccia di Bologna la grassa: quella più oscura e nascosta.
Quella gialla, appunto.

RACCONTI E AUTORI:
Cemento di Nicola Arcangeli,
Il caso Nigrisoli di Claudio Bolognini,
Le rane di Katia Brentani,
Lo spaventapasseri stanco di Carmine Caputo,
 L'ultima colpa di Benedetta di Roberta de Tomi,
Compagni di viaggio di Massimo Fagnoni,
Notte da lupi di Lorena Lusetti,
A due passi dalle pantere di Andrea Masotti,
Il delitto di via Belmeloro di Francesca Panzacchi e Vito Introna,
Interrail di Daniela Rispoli,
In alto il calice di Mariel Sandrolini,
La Dottoressa e il Professore di Viviana Viviani,
Le conseguenze del frequentare biblioteche di Paolo Zamparini


NONNA FARINA e ROBERTO SALVETTI presentano IL CUCINACCIO. Ricettario umoristico illustrato per cucinare in allegria

DOMENICA 7 DICEMBRE ore 18:00

NONNA FARINA e ROBERTO SALVETTI 

presentano
IL CUCINACCIO. Ricettario umoristico illustrato per cucinare in allegria

Come tutti gli anni, a dicembre la libreria Irnerio Ubik rimane aperta durante tutti i giorni festivi. L'orario per le aperture del 7, 8 e 14 dicembre è dalle 10 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 19,30; domenica 21, invece, saremo aperte con orario continuato dalle 10 alle 19,30.
La prossima domenica, per chi vorrà venire alle 18, un incontro con Nonna Farina e il suo Cucinaccio.
Un ricettario ormai non lo si nega più a nessuno. Lo scrivono con novella e impeccabile competenza giornalisti, medici, sportivi, politici, veline, casalinghe bloggate, mezzibusti televisivi e anche busti interi e forse, prima o poi, anche qualche cardinale. Anche i cani hanno il loro ricettario, ovviamente scritto da un cane. Ecco dunque il personalissimo libro di cucina di Nonna Farina: un ricettario umoristico illustrato.

Qui, oltre alle ricette, tutte rigorosamente collaudate dall'équipe di Nonna Farina con apposite serate culinarie all'uopo dedicate, il contorno è dato dalle tavole umoristiche di Roberto Salvetti.
A corroborare il tutto si inframezzano poi qua e là, giusto per stuzzicare l'appetito e la convivialità, gustosissimi enogastronomici racconti d'autore.

"Il Cucinaccio" è dunque un'agile guida al buonumore e al buon mangiare, ricca di idee e di suggerimenti, per cucinare in allegria in famiglia e con gli amici le ricette della tradizione.


ROBERTO SALVETTI
ha mosso i primi passi come illustratore e fumettista fin da giovanissimo collaborando vari periodici. Tra i tanti, si sono inoltre avvalsi delle sue matite anche alcuni cantanti del Clan Celentano, a cui ha disegnato caricature e strisce a corredo delle loro produzioni discografiche. Con Festina Lente Edizioni ha pubblicato, come autore, Il cucinaccio, ricettario umoristico illustrato, Malegno-Ossimo-Borno. Le origini di una cronoscalata leggendaria (1964-1988) e ha inoltre illustrato Cercasi uomo… libero possibilmente, di Nuccia Isgrò, e la raccolta antologica Ricordi di viaggio.

NONNA FARINA
nasce come Associazione Culturale Enogastronomica nel 2012, quando tre ragazze, col loro lavoro e la loro vita già dipanata e zeppa di impegni, una sera, durante una vacanza, “sognano” di poter divulgare le antiche tradizioni dei prodotti tipici e i loro sapori. I sogni - come qualcuno ha scritto - si avverano solo se li tiri fuori dal cassetto, così le tre ragazze cominciano con l’organizzare dei corsi di sfoglia amatoriale per piccoli gruppi, corsi durante i quali l’entusiasmo e la convivialità regnano sovrani. Poi, da cosa nasce cosa, e Nonna Farina partecipa con successo a fiere, sagre paesane e festival di street food in tutta Italia proponendo i propri prodotti e deliziando gli avventori con piatti tipici dell'Emilia.

UBAH CRISTINA ALI FARAH presenta il romanzo "IL COMANDANTE DEL FIUME"

VENERDI' 5 DICEMBRE ore 18,00 


UBAH CRISTINA ALI FARAH
presenta il romanzo
"IL COMANDANTE DEL FIUME"
(66th and 2nd edizioni)
intervengono
GIULIANA BENVENUTI
e PINA PICCOLO


letture di ANTAR MOHAMED MARINCOLA e MARINA MAZZOLANI
accompagnamento muscale al sax di STEFANO RADAELLI

evento organizzato in collaborazione con
100 THOUSAND POETS FOR CHANGE - BOLOGNA

 C'è una leggenda in Somalia che si tramanda di generazione in generazione. Poiché il loro paese era privo di corsi d'acqua e non c'era da bere, gli abitanti affidarono a due saggi l'incarico di creare un fiume. I saggi esaudirono la richiesta, ma nel fiume nuotavano anche i coccodrilli, creature crudeli. Qualcuno doveva governarli per consentire l'accesso all'acqua, e il popolo elesse un comandante, che aveva il potere di annientare le bestie se non avessero ubbidito ai suoi ordini. Fin da piccolo Yabar ha ascoltato il racconto di zia Rosa e ha imparato che per conoscere il bene bisogna convivere con il male necessario. Diciotto anni, poca voglia di studiare e molta di provocare, Yabar vive a Roma con la madre, Zahra. Il padre li ha abbandonati tanti anni prima e di lui conserva una foto fatta di ritagli, in cui i contorni dell'uomo sono indistinguibili e mostruosi. Il dolore dell'abbandono non soffoca la curiosità di Yabar che, spedito in punizione a casa della zia a Londra, si trova immerso in un microcosmo somalo inedito, scoprendo un terribile segreto di famiglia.

Ubah Cristina Ali Farah è nata a Verona da padre somalo e madre italiana. A soli tre anni si è trasferita con la famiglia a  Mogadiscio (Somalia), dove è rimasta fino allo scoppio della guerra civile nel 1991. Fuggita dal paese, dopo alcuni anni trascorsi  a Pécs (Ungheria) è tornata in Italia e si è stabilita a Roma. Oggi vive a Bruxelles. Ali Farah collabora con varie testate, tra cui «Internazionale», «la Repubblica», «Giudizio Universale». Il suo romanzo d'esordio, Madre piccola (Frassinelli) si è aggiudicato nel 2008 il premio Elio Vittorini

Giuliana Benvenuti, professore associato, insegna Letteratura Italiana Contemporanea presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Moderne di Bologna. Attualmente si occupa del dibattito sulla letteratura mondiale, delle trasformazioni della letteratura nell'epoca dei nuovi media, della costruzione di immaginari transnazionali

Pina Piccolo, traduttrice e operatrice culturale italo-americana, scrive saggi e poesie legati a temi quali  migrazione, razzismo, politica, diritti umani e ambiente. Pubblica regolarmente online nei siti letterari  Sagarana, El Ghibli, GLOB011 e A.L.M.A. blog.

Antar Mohamed Marincola è uno scrittore italosomalo; è nato a Mogadiscio e vive in Italia dal 1983.
Ha pubblicato Timira con Wu Ming 2 (Einaudi 2012).

Marina Mazzolani si occupa di teatro dal 1977, è attrice, regista e direttore artistico. Scrive per il teatro dagli inizi degli anni '80 e, più recentemente, anche poesia.

l'associazione TEMPORA e la rivista PANDORA presentano il libro "IL CAPITALE NEL XXI SECOLO"

GIOVEDI' 4 DICEMBRE ore 18,00

l'associazione TEMPORA e la rivista PANDORA
presentano il libro
"IL CAPITALE NEL XXI SECOLO"
di THOMAS PIKETTY
intervengono
il prof. STEFANO TOSO 
e il prof. PIERGIORGIO ARDENI
modera l'incontro LUCIO GOBBI


Giovedì la presentazione, la prima in libreria a Bologna, di un libro il cui successo internazionale ha destato molti dibattiti e anche critiche nel mondo accademico e politico.

Con il suo libro sul "Capitale nel XXI secolo", l'economista francese Thomas Piketty ha fatto scalpore in tutto il mondo per aver messo in relazione l'accumulo di capitale con la disuguaglianza al centro del dibattito economico: il capitale cresce più rapidamente dell'economia reale, quindi i ricchi lo diventeranno sempre più, a scapito dei meno abbienti.

Piketty è interessante per due ragioni: le sue idee e la sua improvvisa popolarità che rivela come la sua analisi abbia risposto a una domanda di senso inespressa, ma percepibile in un momento in cui non ci sono più ideologie e neppure molte idee.
"Il Capitale" ha dunque il merito di aver riportato in primo piano il dibattito economico sulla disparità fra ricchi e poveri, che pare essere incolmabile.
La via d'uscita suggerita nel saggio è la tassazione progressiva dei grandi patrimoni accompagnata da una politica almeno europea, se non mondiale, capace di smascherare chi vuole celare la propria ricchezza, con una lotta senza quartiere all'evasione, accompagnata però da un salario minimo garantito.

"Mi fa piacere pensare di aver contribuito a creare coscienza e conoscenza. Il mio intento era quello di scrivere un libro accessibile a tutti, un libro democratico che raccontasse la verità"

Questa iniziativa si inserisce in un programma di presentazioni pubbliche e seminari promosso dalle due associazioni organizzatrici, che tenta di contribuire alla ricostruzione di un dibattito pubblico approfondito e di una comprensione critica dell'attualità, al fine di diminuire la distanza fra cultura e politica.

Stefano Toso è docente di Scienza delle Finanze presso l'Università di Bologna;
Piergiorgio Ardeni è docente di Economia dello Sviluppo presso l'Università di Bologna.
Lucio Gobbi è dottorando in Economics presso l'Università di Trento.

PIERGIORGIO PULIXI presenta il romanzo "L'APPUNTAMENTO"

SABATO 29 NOVEMBRE ore 17,00

PIERGIORGIO PULIXI
presenta il romanzo
"L'APPUNTAMENTO"
(edizioni e/o)

INTERVIENE MARILU' OLIVA


Un ristorante di lusso. Un uomo e una donna iniziano a parlare.
È la prima volta che si incontrano, ma il loro non è un incontro normale: lei è costretta a stare lì e a rispondere alle domande sempre più inquietanti e morbose dell'uomo.
Più l'elegante sconosciuto si intrufola nella sua vita, più la donna si rende conto di avere davanti un mostro manipolatore e affamato di controllo.
Dalle domande scabrose e imbarazzanti si arriva a umiliazioni sempre più crudeli, in un gioco psicologico al massacro a cui la donna non può sottrarsi.

Pulixi mischia le carte e butta sul tavolo tanti temi: la fragilità della privacy nell'era digitale, la violenza psicologica e quella fisica, l'abisso dell'usura, la disperazione di chi non ha più niente da perdere.
Una scrittura visiva per un romanzo che è molto teatrale, a tratti cinematografico, con pochi personaggi che si stampano a fuoco negli occhi del lettore grazie ad una serie di dialoghi che tagliano la pagina come rasoiate.

Piergiorgio Pulixi è nato a Cagliari nel 1982 e vive a Padova. Fa parte del collettivo di scrittura Sabot creato da Massimo Carlotto di cui è allievo. Insieme allo stesso Carlotto e ai Sabot ha pubblicato Perdas de Fogu, (edizioni E/O 2008), e singolarmente il romanzo sulla schiavitù sessuale Un amore sporco inserito nel trittico noir Donne a Perdere (edizioni E/O 2010).
Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati sul Manifesto e Micromega

PAOLA RAMBALDI presenta "TREDICI STORIE DI ADRIATICO"

GIOVEDI' 27 NOVEMBRE ore 18,00

PAOLA RAMBALDI
presenta
"TREDICI STORIE DI ADRIATICO"
interviene MARILU' OLIVA


Racconti di pianura, che guarda verso il suo mare per non arrivarci, fermarsene cento metri indietro. Dietro le cabine, le dune, la piada. Dove le cose succedono davvero. Di sera tardi o di mattina presto. Vicende che vengono dalla campagna - uguale adesso a decenni prima - con gelosia, animali da cortile, moto, pallettoni, etichette scritte a mano sulle bottiglie. Romagna, inconscio del mar Adriatico.
Romagna, albe di nebbia, cronaca nera. La Bassa che crea un'atmosfera. Soprattutto storie di donne di lì o che arrivano lì. Lavoro duro - qualsiasi lavoro - e occhi aperti. Prendono decisioni all'improvviso e se la cavano. Ma non sempre.

Paola Rambaldi originaria di Argenta (Ferrara), vive attualmente a Monte S.Pietro (Bologna). Impiegata per quasi trent'anni in una Multinazionale dell'informatica è riuscita per tutto il tempo a rimanere digiuna sia di hardware che di software e nonostante il quantitativo industriale di relazioni, offerte e contratti commerciali digitati ha costantemente concentrato il pensiero sulle proprie fantasie che solo tardivamente ha riportato sulla carta.
Ha pubblicato romanzi e svariati racconti usciti in riviste ed antologie.
Scrive di cinema nella rubrica "La schermitrice" su Thriller Magazine

ALFREDO COLITTO presenta "LA COMPAGNIA DELLA MORTE" e "PESTE"

MERCOLEDI' 26 NOVEMBRE ore 18,00

doppio appuntamento con
ALFREDO COLITTO

per presentare i suoi utimi, attesissimi romanzi storici:
"LA COMPAGNIA DELLA MORTE" e "PESTE"

(Piemme editore)

interviene ALBERTO SEBASTIANI

«Colitto fa vivere e respirare la storia.»
Don Winslow

Mercoledì avremo il grande, grande piacere di ospitare ALFREDO COLITTO, che ci presenta i suoi più recenti romanzi storici, il prequel "La compagnia della morte" e il recentissimo "Peste".
Come sa chi frequenta la libreria, seguiamo la produzione di Alfredo da molto tempo, e consigliamo  sempre con con convinzione tutti i suoi romanzi, che ci sono sempre piaciuti molto, tutti.
Da un po' di tempo l'ambientazione dei romanzi di Alfredo si è spostata da Bologna a Napoli, e siamo, in questo caso, nel 1655.

Eccone un breve sunto:

LA COMPAGNIA DELLA MORTE
Il caldo torrido del pomeriggio non dà pace alle vie affollate della città, ma il pittore Sebastiano Filieri non può restarsene tra le fresche mura della cappella di Palazzo Agliaro, dove sta dipingendo un ciclo di affreschi. Lo attende un compito difficile: dire addio a Maria, la sorella di sua moglie Angela, l'ultimo affetto che gli resta della sua famiglia decimata.
Mentre Sebastiano è al suo capezzale, la donna pronuncia poche parole: un delirio, all'apparenza, ma a lui rivelano una verità che cercava da anni. La verità sulla morte di Angela.
Quelle parole lo riportano ai tragici giorni della rivolta di Masaniello, quando era entrato nella Compagnia della Morte, una società segreta di pittori che durante la notte cercavano e assalivano i soldati spagnoli nelle vie di Napoli, per testimoniare con la spada che la loro città mai si sarebbe rassegnata al dominio straniero.
Ma una notte, di ritorno da una missione, Sebastiano aveva trovato la moglie e la figlia crudelmente assassinate, da una persona che ormai era già morta. Distrutto dal dolore, aveva lasciato la Compagnia.
Ora, però, accanto a Maria, morente, comprende che il colpevole è un altro, e che la vendetta è ancora possibile.

PESTE
Varcando la soglia di Palazzo Guzmán con la sua famiglia di saltimbanchi, per intrattenere gli ospiti del conte, Cecilia non immaginava che la sua vita sarebbe cambiata per sempre. Dopo aver ricevuto gli applausi divertiti degli astanti, si ritrova nel parco del palazzo e assiste, impotente e terrorizzata, a un incontro segreto.
Il conte Guzmán e un altro uomo stanno parlando del destino di Napoli e di una congiura che potrebbe riportare la città nelle mani dei francesi. Cecilia non sa nulla di politica, ma comprende subito il pericolo in cui si trova: è l'unica testimone dell¹atroce tradimento. Quella stessa notte, infatti, la sua famiglia viene assalita da tre sicari. Lei è la sola a sfuggire al massacro, grazie al provvidenziale intervento di un uomo che le permette di nascondersi in un palazzo deserto e misterioso.
Sebastiano Filieri non ha più nulla nella vita, se non la sua pittura. Ha perso la famiglia e gli ideali in pochi giorni, durante la breve, sfortunata rivolta di Masaniello.
Quando scopre il segreto di Cecilia, Sebastiano sa che il conte Guzmán non riposerà finché non l'avrà uccisa. La ragazza potrebbe riportarlo a combattere per la sua patria, per i valori che un tempo guidavano la sua esistenza, ma la città di Napoli è minacciata da un nemico più pericoloso della Francia, più infido dei governanti spagnoli: la peste.

ALFREDO COLITTO
affianca all'attività di scrittore quella di traduttore per alcune tra le maggiori case editrici italiane.
È l'autore di Cuore di ferro (finalista al Premio Salgari), I discepoli del fuoco (finalista al Premio Azzeccagarbugli e vincitore del Premio Mediterraneo del Giallo e del Noir e del Premio di Letteratura Poliziesca Franco Fedeli), Il libro dell'angelo (vincitore del Premio Azzeccagarbugli 2011), La porta del Paradiso.
I suoi romanzi sono stati tradotti in 7 lingue e pubblicati in 21 Paesi.
www.alfredo-colitto.com




Presentazione del libro LESSICO FAMILIARE

LUNEDI' 24 NOVEMBRE ore 17,30

CHIARA CRETELLA e INMA MORA SANCHEZ
presentano
"LESSICO FAMILIARE. DIZIONARIO RAGIONATO DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE"

intervengono:
ANNA PRAMSTRAHLER (Casa delle Donne)
DARIO TUORTO (docente di psicologia, Università di Bologna)


L'incontro si svolge nell'ambito del FESTIVAL "LA VIOLENZA ILLUSTRATA"

"Lessico familiare" è un libro pensato per far luce su una tematica di grande attualità ma ancora poco conosciuta, un progetto rivolto non solo al grande pubblico, ma anche a quello specialistico.
Si prefigge di mappare il vocabolario usato, le categorie di pensiero, i riferimenti teorici e culturali, le statistiche e le fonti nazionali e internazionali.
Uno strumento di lavoro utile a insegnanti, operatrici/ori dei Centri antiviolenza, educatrici/ori del settore sociale e culturale, forze dell'ordine, medici, avvocate/i, giornaliste/i e a tutte le figure professionali che operano intorno a questo fenomeno.

L'incontro si svolge nell'ambito del festival "la violenza illustrata", che si svolge a Bologna dal 4 novembre al 6 dicembre 2014 ed è incentrato sulla tematica della violenza di genere in Italia.
L'obbiettivo del festival è di raggiungere il maggior numero di persone possibili, di ambiti diversi, con linguaggio diversi, informando, creando cambiamento e prevenzione intorno alla violenza maschile contro le donne.
Ideato da Chiara Cretella, Anna Pramstrahler, Elena De Concini, l'evento è organizzato negli anni insieme a un gruppo di volontarie e curato dal servizio Promozione della Casa delle donne.

DANIELE MALVOLTA presenta il romanzo "BOLOGNA EST" e STEFANO MELLINI presenta il romanzo "BOLOGNA OVEST"

MARTEDI' 25 NOVEMBRE ore 18,00

DANIELE MALVOLTA
presenta il romanzo "BOLOGNA EST" (Eclissi editrice)
STEFANO MELLINI presenta il romanzo "BOLOGNA OVEST" (Italic edizioni)

interviene GIANLUCA MOROZZI

A 25 anni dalla caduta del muro di Berlino oriente e occidente si scontrano di nuovo sul piano letterario.
La più grande disfida del nuovo millennio, uno scontro all'ultima parola tra i due scrittori, Daniele Malavolta e Stefano Mellini moderata dal mediatore dell'ONU Gianluca Morozzi.


bilBOlbul alla libreria Ubik Irnerio

bilBOlbul alla libreria Ubik Irnerioecco gli incontri sul fumetto che si terranno nella nostra libreria in occasione di bilBOlbul, il festival internazionale del fumetto che si svolgerà a Bologna dal 20 al 23 novembre
 

- VENERDI' 21 ore 18,00
"LA FINE DELL'AMORE" GRAPHIC SHORT STORIES
(Hop! edizioni) con ILARIA BERNARDINI e gli autori dei racconti a fumetti.
Intervengono MATTEO B. BIANCHI, MARTA PEREGO e LORENZA TONANI.
Il libro di racconti di Ilaria Bernardini "La fine dell'amore", uscito nel 2006 per ISBN, diventa una raccolta di fumetti di tredici artisti selezionati da Hop! edizioni: un'amara riflessione sui dubbi che ci attraversano al capolinea di una relazione.

- SABATO 22 ore 11,00
"GUIDA AL FUMETTO ITALIANO".
(Edizioni Odoya) incontro con VITTORIO GIARDINO, SERGIO TISSELLI e gli autori MARCO PRANDI e PAOLO FERRARI, interviene LUCA RAFFAELLI.
Odoya edizioni pubblica una mappa di mezzo secolo di fumetto italiano, per ripercorrere le gesta di una schiera di personaggi disegnati e dei trenta fumettisti e illustratori che li hanno creati.

- DOMENICA 23 ore 15,30
"L'ANGELO DI BECKETT"
(Ed. L'Association) incontro con DAVID B. e ANDREA BRUNO
interviene LORENZO DONATI.
Un nuovo "lapin" de L'Association che vede David B e Andrea Bruno collaborare a quattro mani, appena uscito in Francia e presentato in anteprima italiana al festival.

In occasione di questo incontro, la libreria rimarrà aperta domenica pomeriggio dalle 14,30 alle 17,30!

Questi sono gli incontri ufficiali di bilBOlbul.
In libreria però negli stessi giorni si terrà anche un altro incontro "speciale", che gravita sempre intorno al mondo dell'illustrazione e del fumetto:
-SABATO 22 ALLE 17,30
PIETRO VANESSI e TULLIO BOI presentano
"DISABILIKILL. Sorridere nella disabilità dalla A alla Z"

Un progetto per sorridere della disabilità con l'aiuto di vignette satiriche e riflessioni argute, raccolte in un dizionario semi-serio con interveinti di vignettisti di primo piano: da Bozzetto a Gubitosa, a Maramotti, Totaro, Staino e Vincino.
Una parte del ricavato del libro andrà inoltre a sostenere l'associazione FISH, Federazione Italiana Superamento Handicap.

Vi aspettiamo!
Cinzia, Manuela, Raffaella, Rita

Libreria Irnerio Ubik - Via Irnerio, 27 Bologna
tel e fax 051251050 e-mail bologna@ubiklibri.it


ELISA CASSERI presenta il romanzo "TEORIA IDRAULICA DELLE FAMIGLIE"

SABATO 15 NOVEMBRE ore 17,30

ELISA CASSERI
presenta il romanzo
"TEORIA IDRAULICA DELLE FAMIGLIE"
(Elliot edizioni)
interviene MASSIMO VITALI


A Iris, nel sistema idraulico della sua famiglia, è toccato il ruolo di vaso di raccolta all'interno del quale finiscono tutte le storie, tutti i sentimenti e le sconfitte delle persone a cui vuole bene.

Quindi  si parlerà di: una bisnonna che aspetta di morire, un fratello che si candida inaspettatamente a sindaco, una nonna che cucina patate e sforna ansie, un bisnonno che è morto ammazzato perché forse era un lupo mannaro, una madre che sa amare senza essere riamata, un padre che tradisce con studiata demagogia, una zia immaginaria che muore in continuazione.

ANDREA PAGANI presenta il romanzo "LA TANA DEL CONIGLIO"

VENERDI' 14 NOVEMBRE ore 18,00

ANDREA PAGANI 
presenta il romanzo
"LA TANA DEL CONIGLIO"

(editrice La Mandragora)

Interviene WU MING 2

Un nuovo romanzo di Andrea Pagani, ambientato in una Bologna descritta minuziosamente nelle sue strade e nei suoi negozi, con qualche incursione anche nella nostra libreria...

"Con La tana del coniglio, Andrea Pagani costruisce una trama dove l'impossibile accade, e srotola conseguenze, con tutta la precisione di quella che siamo soliti chiamare "realtà".
Può suonare strano, per un autore che ha sempre trovato ispirazione negli archivi e nei fatti di cronaca più inquietanti.
Ma è proprio l'abitudine a fare i conti con storie vere che permette a Pagani di farci sentire ineluttabile ­ e quindi coinvolgente ­ questa irresistibile avventura."
(WU MING 2)

Giuseppe Mannucci presenta "VARCANDO UN SENTIERO CHE COSTEGGIA IL MARE. L'avventurosa vita di DANILO MANNUCCI"

MARTEDI' 11 NOVEMBRE ore 18:00

Giuseppe Mannucci
presenta
"VARCANDO UN SENTIERO CHE COSTEGGIA IL MARE.
L'avventurosa vita di DANILO MANNUCCI"

di Ubaldo Baldi con la collaborazione di Giuseppe Mannucci.
Editrice Gaia, Angri (Salerno)

"SPESSO, I FIGLI DEI MILITANTI RIVOLUZIONARI RIMUOVONO IL RICORDO DEI PADRI."
GIUSEPPE MANNUCCI, figlio di Danilo, è un’ammirevole eccezione, ha ricostruito con grande passione e tenacia le vicende del padre, trovando uno storico non di mestiere ma di gran vaglia, il medico Ubaldo Baldi, che con altrettanta passione ha messo nero su bianco «l’avventurosa vita di Danilo Mannucci».

Da Livorno a Marsiglia, passando per Salerno, con soggiorni di studio nelle galere fasciste, DANILO MANNUCCI attraversa parte dello scorso secolo nel movimento antifascista e comunista, venendosi a scontrare oltre che con il Regime anche con la struttura di potere interna al Partito Comunista.

Introdurranno il dibattito
GIUSEPPE MANNUCCI, coautore
e SALVATORE PANU, fisarmonica e voce


Omaggio a EDUARDO De Filippo con TOMMASO Bianco e CRISTINA Passaro

MERCOLEDI' 5 NOVEMBRE ore 18,00
gli attori della COMPAGNIA DI TEATRO TOMMASO BIANCO
propongono agli amici della libreria Ubik Irnerio una performance in omaggio a
EDOARDO DE FILIPPO.

la Compagnia di Teatro Tommaso Bianco ci propone una performance in omaggio a Eduardo De Filippo tratta da "Questi Fantasmi", che andrà in scena sabato 8 novembre al teatro Duse alle ore 21,00, con protagonisti Tommaso Bianco e Cristina Passaro.
Pasquale Lojacono si trasferisce con la moglie Maria in un sinistro appartamento del centro di Napoli: in cambio di una permanenza a titolo gratuito dovrà sfatare le dicerie riguardo l'esistenza di presunti fantasmi in casa.
L'iniziale scetticismo si trasforma in convincimento, quando si trova ad assistere ad apparizioni di spettri, oggetti e denari che paiono materializzarsi dal nulla.
In realtà, il "fantasma benefattore" è Alfredo, l'amante di Maria che vuole convincere la donna a lasciare il marito.
Con questa commedia Eduardo approfondisce uno dei temi più ricorrenti della sua drammaturgia: il bisogno di illusione degli uomini come mezzo per il raggiungimento della felicità.

"L'uovo di Colombo" e " Anche le scimmie cadono dagli alberi"

SABATO 8 NOVEMBRE ore 18:00

doppia presentazione di
ROBERTO BARBOLINI: "L'UOVO DI COLOMBO"
(Mondadori editore)
ALESSANDRO BERSELLI : "ANCHE LE SCIMMIE CADONO DAGLI ALBERI"
(Piemme editore)
dialogheranno con gli autori:
MAURIZIO ASCARI e ALESSANDRA CALANCHI


Perchè un noto autore di noir e uno scrittore di genere un po' "degenere" decidono, più o meno nello stesso momento, ma indipendentemente l'uno dall'altro, di scrivere un romanzo comico?
Perchè in quarta di copertina Berselli cità Gesù Cristo (oltre alla Legge di Murphy) e Barbolini l'apocalisse?
Che cosa accomuna Luciano Pavarotti, Guy Fawkes, Oscar Wilde, i vampiri, le cavallette, gli ecoterroristi, la madre di Beethoven e il disco dei Cure dell'89?
ma soprattutto: qual è l'anello mancante tra il colombo e la scimmia?

A queste ed altre domande risponderanno eccezionalmente gli autori, per un pomeriggio nelle nostre/vostre mani alla libreria Ubik Irnerio

ROBERTO BARBOLINI è nato a Formigine (Modena) nel 1951. Ha studiato a Bologna, dove si è laureato con Luciano Anceschi. Ha cominciato la professione giornalistica a "Il Giornale" di Indro Montanelli, occupandosi di critica teatrale e passando, successivamente, alla pagina dei libri, dove ha lavorato con Giovanni Arpino. Nel 1988 è entrato nella redazione cultura e spettacoli di "Panorama". Parallelamente all'attività giornalistica, Barbolini ha continuato a svolgere un intenso lavoro di studioso e saggista, collaborando a prestigiose riviste letterarie come "Il Verri" e "Paragone". Attualmente collabora con "Panorama" e "QN - Quotidiano nazionale". Ha pubblicato numerose raccolte di racconti oltre a vari libri sulla letteratura fantastica e poliziesca.

Ne "L'uovo di Colombo" il finimondo scoppia in una città di provincia, mai nominata eppure riconoscibile, per colpa d'un assessore troppo intraprendente e d'una torre campanaria, patrimonio dell'Unesco, proditoriamente tappezzata con le gigantografie di Pavarotti ed Enzo Ferrari in lamina argentata.
Da qui si snoda una ridda vorticosa di vicende futili ed esilaranti che coinvolge una variegata combriccola di personaggi...

ALESSANDRO BERSELLI è umorista, scrittore, docente di tecniche della narrazione. Inizia la sua attività negli anni novanta, collaborando con le riviste Comix e L'apodittico e il sito di satira on line Giuda, e partecipando al Maurizio Costanzo show.
Dal 2003 inizia una carriera parallela come romanziere noir.
Oltre a raccolte di racconti pubblica vari romanzi . Nel 2013 "Il metodo Crudele", pubblicato da Pendragon, sancisce il suo ritorno all'umorismo caustico e corrosivo degli esordi.
"Le scimmie" è un romanzo che è impossibile classificare o raccontare: va letto.
www.alessandroberselli.it

Il Caso Wilson - Sigmud Freud e William C. Bullit

MARTEDI' 4 NOVEMBRE ore 18:00

MAURIZIO MAZZOTTI, VALERIO ROMITELLI e DAVIDE TARIZZO
 presentano
"IL CASO WILSON"
di Sigmund Freud e William C. Bullit


Cronopio ri-pubblica, in una nuova traduzione, questo lavoro apparso per la prima volta in Italia da Feltrinelli nel 1967, ed ormai introvabile.

Il caso Wilson è un'opera pionieristica a tutti gli effetti, che ha incontrato, nel tempo, più di una resistenza.

Freud ha scritto quest'opera a quattro mani con il diplomatico americano Bullitt, che era stato suo paziente a Vienna e prima ancora consulente stretto del presidente statunitense Thomas Woodrow Wilson durante gli anni della prima guerra mondiale.
Nell'edizione delle opere complete di Freud compare solo la breve prefazione a firma dello psicoanalista. Ciononostante, non ci sono dubbi sul fatto che l'opera sia frutto di un'autentica collaborazione tra i due autori.
Sotto i toni sobri e la gran mole di riferimenti biografici, emerge il quadro sconvolgente di una personalità, quella di Wilson, caratterizzata da evidenti disturbi psicotici, facilmente manipolabile, tacitamente disprezzata dagli interlocutori internazionali, eppure amatissima dalle folle. Freud sembra interrogarsi così sulle radici del potere carismatico andandone a trovare le origini in tratti psicopatologici ben precisi che costituiscono l'"altra scena" della politica moderna. Testo maledetto dagli storici americani, incompreso e presto dimenticato dagli psicoanalisti, questo saggio continua a colpire il lettore per lo sguardo fermo e tragico che riesce a gettare su un uomo, un grande capo di stato, che rappresenta l'espressione di un'intera civiltà e del suo profondo disagio. Se era la peste che Freud credeva di portare in America, questo libro, più di ogni altro, avrebbe dovuto essere l'arma del contagio.



ILARIA NASSA presenta il romanzo "NON IO, NON QUI"

MARTEDI' 28 OTTOBRE ore 18

ILARIA NASSA

presenta il romanzo
"NON IO, NON QUI"
(Ibiskos editrice)

interviene ELSA ANTONIONI, operatrice di
accoglienza e socia fondatrice della Casa delle donne.
Due temi scottanti e delicati: violenza domestica e pedofilia, proposti volutamente in forma di romanzo dalla giovane autrice, Ilaria Nassa, che racconta di vicende accadute realmente.

L'Italia in guerra al comando degli USA e della Nato

SABATO 25 ottobre ore 17:00

"L'ITALIA IN GUERRA. AL COMANDO DEGLI USA E DELLA NATO"
incontro di presentazione di
"ITALIA USA E GETTA.
I NOSTRI MARI: DISCARICA AMERICANA PER ORDIGNI NUCLEARI", di GIANNI LANNES e "LA GLOBALIZZAZIONE DELLA NATO. GUERRE IMPERIALISTE E GLOBALIZZAZIONI ARMATE", di MAHDI DARIUS NAZEMROAYA
entrambi editi da Arianna editrice


interverranno:
GIANNI LANNES (giornalista e fotografo freelance)
ALESSANDRO JACOBELLIS (esperto di politica internazionale e traduttore de "La globalizzazione della Nato")
modera FEDERICO ROBERTI (curatore del blog byebyeunclesam)
introduce EDUARDO ZARELLI, di Arianna editrice




Sabato, un incontro che vuole fare il punto su quali conseguenze possano esserci per l'Italia e l'Europa a causa della presenza ancora massiccia delle forze armate americane sul suolo e nei mari d'Italia.

Nell'Adriatico e nel Tirreno attraccano, sostano e giocano alla guerra unità a propulsione ed armamento nucleare.
In base ai resoconti dell'Alleanza atlantica, le stime istituzionali fanno riferimento a circa un milione di bombe eterogenee caricate con aggressivi chimici e nucleari.

Le radiazioni sono invisibili, ma tutti gli esseri viventi in natura ne risentono, per non parlare dei pericoli in caso di incidenti o attacchi terroristici.

In tutto questo gioca un ruolo fondamentale la Nato, che sembra avere abbandonato il proprio ruolo difensivo, per cui era stata creata, a favore di una presenza sempre più forte anche al di fuori dei confini europei.

CLAUDIA POPPI presenta il nuovo libro di LUCIA GIOVANNINI "IL POTERE DELLE DOMANDE"

GIOVEDI' 23 ottobre ore 18

CLAUDIA POPPI 
presenta il nuovo libro di LUCIA GIOVANNINI "IL POTERE DELLE DOMANDE"
(Sperling & Kupfer)



ANGELO BERTI presenta il romanzo fantasy “LA NOTTE DELLA HYENA”

SABATO 18 OTTOBRE ore 18,00

ANGELO BERTI
presenta il romanzo fantasy “LA NOTTE DELLA HYENA”

“La notte della Hyena” : Si puo’ vivere senza una coscienza?

“La notte della Hyena” è un romanzo di azione serrata e di ambientazione storica.
La Malta che descrive è una terra portuale spietata, in cui c’è posto solo per predatori e prede. Come spiega l’autore stesso nelle note, il periodo storico scelto è quello appena precedente alla dominazione Saracena, di cui si sa veramente poco: un invito a nozze per un autore di fantasia, con campo libero per costruire un’ambientazione.
Una terra di profonda ingiustizia, in cui gran parte del potere spetta alla malavita organizzata delle gilde.

Vediamo il soggetto.
La bella moglie di Gallen muore in un banale incidente durante un litigio. Porta i segni delle mani di lui, che è un ex assassino della gilda. A Malta le attività criminali sono strettamente regolate e gestite dalle gilde. Gallen, che è stato assassino e cacciatore di taglie, sa che nessuno vorrebbe credere alla sua innocenza. Per questo ha una sola strada: tornare la “hyena” spietata di un tempo, scomparire senza tracce e compiere adesso la sua vendetta.
Contro colui che l’ha privato della famiglia e ne ha fatto uno strumento di morte.
Due linee temporali si alternano per raccontarci questa vicenda: una nell’870 dC, dalla morte della moglie di Gallen; l’altra a partire dall’852 dC, quando Gallen è un bambino ed è reclutato nella Gilda dopo una tragedia familiare. I suoi allenamenti estenuanti, il suo modo spavaldo di pretendere una giustizia che non coincide con quella degli altri.

Questa scelta di alternare due periodi molto distanti nella vita del protagonista permette un’ottima gestione della tensione. Non c’è un momento morto, e i dettagli sono rivelati poco alla volta dando al lettore tutto il tempo di assimilarli. Questa scelta accattivante per la struttura accompagna uno stile del tutto spontaneo, istintivo: una semplicità che ricorda le didascalie da fumetto d’azione, e proprio così l’autore punta tutti i riflettori sui personaggi e sulle loro angherie, senza far pesare la propria presenza.

Inaspettata verso le ultime pagine una svolta che potrebbe essere mistica o metafisica: ma è vero, è così, o sono illusioni? Senza spoilerare troppo, trovo plausibili entrambe le possibilità, perché è vero che uno dei personaggi della chiave di volta è custode di saperi misteriosi, ma è anche vero che Gallen per tutta la vita si è strafatto di erba qat.
E tanto i Saraceni, sempre fuori campo, sempre uno spauracchio avvistato in lontananza, sono alle porte e interromperanno quest’epoca: lo sappiamo perché l’hanno fatto. Un libro amaro, pieno di morti e, per quel che ne sappiamo, potrebbe anche essere andata così.

FRANCESCO DE FALCO presenta "L'ALBA DELL'ACQUARIO"

VENERDI' 10 OTTOBRE ore 18,00

FRANCESCO DE FALCO
presenta
"L'ALBA DELL'ACQUARIO"
(editoriale Programma)

Chi siamo? Da dove veniamo? Dove stiamo andando?

Un libro che offre una nuova risposta a queste antiche domande e che descrive l'evoluzione attuale dell'umanità come quella di un unico organismo di gruppo, formato da sette miliardi di cellule.

Un'opera che desidera rispondere a tanti altri nostri interrogativi: In quali modi stiamo passando dall'Era dei Pesci a quella dell'Acquario? Verso quali mete evolutive ci stiamo protendendo? Cosa significa il passaggio, che stiamo vivendo ora, dalla coscienza individuale alla coscienza di gruppo? Se stiamo andando verso una civiltà più luminosa, perché vediamo tanta sofferenza intorno a noi? Come ognuno di noi può contribuire al sorgere di questa nuova era?

Una nuova visione che ci permette di scoprire come tanti avvenimenti, apparentemente preoccupanti, siano da vivere in realtà con speranza, poiché annunciano la prossima evoluzione dell'umanità.

Francesco De Falco
è un ricercatore evolutivo, studioso da molti anni della Saggezza esoterica. É impegnato in una sintesi originale dell'esoterismo orientale e occidentale e nella proposta di percorsi evolutivi di gruppo adeguati al mondo in cui viviamo

ALESSIO ARENA presenta il romanzo "LA LETTERATURA TAMIL A NAPOLI"

MARTEDI' 7 OTTOBRE ALLE 18,00
ALESSIO ARENA
presenta il romanzo
"LA LETTERATURA TAMIL A NAPOLI"
(edizioni Neri Pozza)
interviene FRANCESCA BONAFINI

Un romanzo originale e difficilmente classificabile, opera di un giovane scrittore che si sta facendo conoscere anche come cantautore, dove c'è Napoli e il resto del mondo.


Nascosti nel sottosuolo della città, e pronti a farsi saltare in aria per far conoscere al mondo la tragica causa di Tamil Eelam, la loro patria perduta, dopo la resa definitiva delle Tigri e l'uccisione del loro capo Velupillai Prabhakaran da parte delle forze governative dello Sri Lanka, i tamil di Napoli, ostinati «come una crepa che si arrampica nella parete di un giardino, pieno di erbacce e frequentato dalle peggiori bestie notturne», in vent'anni di lavoro hanno creato un mondo altro, quasi un doppio della città, e hanno formato una società segreta, l'Accademia dei sotterranei, che va producendo opere letterarie napo-tamil.
Dieci dei loro scrittori, annidati nel sottosuolo della città, raccontano la storia meravigliosa di questa guerra sconosciuta, e lo fanno per l'appunto in dieci capitoli, quanti sono gli avatara (le reincarnazioni) di Vishnu, i cui altarini campeggiano nei bassi dei tamil di Materdei, della Sanità, dei Quartieri Spagnoli e del Pallonetto di Santa Lucia.
In uno straordinario concerto narrativo, una comunità invisibile racconta le sue mirabolanti imprese, le mitologie, la vita quotidiana. È una comunità che ha lasciato la sua impronta sull'immaginario attuale di Napoli, e che, a sua volta, da Napoli è stata profondamente segnata, creando strepitose mescolanze. Abbiamo cosí madonne con proboscidi e code di elefante, patroni nati dalla fusione di Buddha e San Gennaro, e una disperata attività letteraria espressa sulle pagine di una rivista underground che s'intitola Cannarutizia.
La fantasia di Arena procede sbrigliata e felice con un fuoco di fila di magnifiche invenzioni, come quella della prima macelleria vegetariana del mondo, o quella di un coro tamil del teatro di San Carlo, il cui direttore, Thiruchelvam detto'o Cardillo, diventa una star del pantheon neomelodico con il super-hit «'Ndraccalà»; e poi la pizza Paruppusilli, condita con una specie di fagioli asiatici, curry e peperoncino, o la sindaca Iervolino che, convertitasi, adibisce un'intera sala del municipio ad attività di meditazione. Soprattutto, i quattro Vangeli vesuviani di Siddharta, del Mahatma Fiorenzo Sarnelli, alla cui origine c'è, nel Settecento, la storia di una prodigiosa reliquia ­ una goccia del sangue del Buddha ­ versata nel cratere del Vesuvio.

Sostenuto da una lingua bellissima e inventiva, l'opera di Arena è un libro di estrema originalità e ardua classificazione. Epica e comica, sentimentale e spietata, capace di scatenare il riso e il pianto, è il ritratto possibile di un mondo nuovo che nasce dall'incontro di realtà fra loro estranee, e che tuttavia sanno cooperare fino a coincidere.

«Dico siamo arrivati, ma io, l'ho già sottolineato, qui ci sono nato, anche se essere napoletani, piú che una condizione di fatto che si acquisisce con la nascita, è una specie di stato mentale, un modo di intendere il proprio destino sulla terra come passeggero, profondamente inutile, e quindi privo di qualsiasi obbligo morale». Janaka Jayawardana,detto anche Gennaro Bibberò
ALESSIO ARENA, nato a Napoli nel 1984, è scrittore e cantautore. Ha vinto la XXIV edizione di Musicultura, Festival della canzone popolare e d'autore, e il premio A.F.I al miglior progetto discografico. All'inizio del 2014 ha pubblicato il primo album plurilingue Bestiari(o) familiar(e), inciso tra Napoli e Barcellona, dove vive.


Presentazione gratuita de "Gli incontri di Tutta un'altra vita" a cura di Claudia Poppi

LUNEDI' 6 OTTOBRE ALLE 18,00

presentazione gratuita de "GLI INCONTRI DI TUTTA UN'ALTRA VITA" per imparare a gestire i cambiamenti e creare la vita che desideri tenuto da CLAUDIA POPPI


Ti sei mai chiesto se il modo in cui agisci, pensi, senti, è il migliore per te?

Se qualche aspetto della nostra vita non ci soddisfa, non siamo condannati a vivere così per sempre. Possiamo cambiare! A volte percepiamo questa possibilità ma per mille motivi ce la lasciamo sfuggire. Ma si tratta della nostra vita.
Come scegliamo di viverla?

Gli incontri sono basati sul best seller
"Tutta un'altra vita" che è servito a migliaia di persone per muoversi con successo nel labirinto della trasformazione e vivere meglio.

Il Metodo Tutta un'altra vita® è un percorso creato da Lucia Giovannini attraverso la combinazione di lezioni, tecniche e strumenti affinati nel corso di oltre 20 anni di studio.
E' un percorso che ti guida passo passo a stimolare in modo pieno e totale mente, corpo e spirito.
Occorre avere letto il libro "Tutta un'altra vita?" Non è necessario, ma è consigliato.
Occorre invece avere voglia di vivere meglio, di uscire dal vittimismo e dal senso di impossibilità. Occorre avere voglia di trovare la nostra forza interiore e di imparare ad attingervi!
Gli incontri sono per tutti coloro che hanno voglia di migliorare la propria vita personale e lavorativa e fare la differenza nel mondo.

Il collettivo di scrittori KATEUAN ZIFOR presenta il giallo "MISTERO IN SERRA"

SABATO 4 OTTOBRE ALLE 17,30

il collettivo di scrittori KATEUAN ZIFOR
presenta il giallo
"MISTERO IN SERRA"
(LEUCOTEA edizioni)
interviene SERAFINO D'ONOFRIO


 Sabato alle 17,30 un giallo ambientato nel mondo delle piante.

Le amiche investigatrici Angie Smith e Corinne Bauer trascorrono un periodo di vacanza in Tirolo, ospiti del Conte Alibrando De' Paggi  con il quale condividono una profonda passione per le piante tropicali.
Calma e riflessiva Angie, impulsiva e risoluta Corinne formano una coppia geniale.
Presto le loro capacità saranno messe alla prova per una serie di strani episodi e delitti che hanno come sfondo l'antica dimora del Conte, la sua fantastica e misteriosa serra e il vicino convento medioevale. È una corsa contro il tempo per fermare la mano del feroce assassino. L'intuizione delle due detective e la loro sagacia le condurrà, in un crescendo di colpi di scena, a scoprire una verità che affonda le proprie radici nel passato.

CATIA FORMENTI, EUGENIO ZINI e ANGELA DENISE ZINI scelgono come acronimo dei loro nomi Kateuan Zifor, per simboleggiare la loro amicizia e la passione per il romanzo giallo che li unisce.
Già autori di alcuni racconti pubblicati, fondono i loro diversi caratteri per creare un'opera unica e ricca di sfaccettature.

GIACOMO MARCACCI presenta il romanzo "L'ABISSO NECESSARIO Freud e il segreto di Nietzsche"

MERCOLEDI' 1 OTTOBRE ALLE 18,00

GIACOMO MARCACCI
presenta il romanzo
"L'ABISSO NECESSARIO Freud e il segreto di Nietzsche"
(Pendragon editore)
intervengono
FRANCESCO CATTANEO e ALESSANDRO CASTELLARI


Mercoledì alle 18 GIACOMO MARCACCI presenta un interessante romanzo che trae spunto dall'ineguagliabile clima culturale che si sviluppò in Europa a cavallo del Novecento.

Sigmund Freud lascia Vienna, il suo studio e il suo lavoro, poco prima di ultimare la stesura dell'Interpretazione dei sogni, per incontrare a Weimar il grande filosofo e filologo tedesco Friedrich Wilhelm Nietzsche.
È stata la sorella di quest'ultimo a richiedergli un parere professionale rispetto alle condizioni di salute del fratello. Tra le mura della villa, che sembrano voler celare gelosamente oscuri segreti di famiglia, il neurologo cerca di far luce su quella che si rivela un'intricata vicenda e che si risolverà come esperienza assolutamente straordinaria.

In questo volume, l'autore immagina il dialogo tra due giganti del pensiero - un Freud non ancora all'apice della carriera e un Nietzsche ormai infermo - dialogo che diventa un piccolo trattato di filosofia, illuminante per le contraddizioni e le assonanze che emergono. Cosa sarebbe potuto accadere, infatti, se Freud e Nietzsche si fossero davvero incontrati? Quali riflessioni, quali profondità ne sarebbero scaturite?

GIACOMO MARCACCI
è nato a Lizzano in Belvedere (Bologna) nel 1962. Laureato in Scienze dell'Educazione presso l'Università di Bologna, lavora per il Comune di Bologna e collabora nel campo della ricerca e della formazione applicata con l'Istituto IFRA di Bologna. Per Pendragon ha già pubblicato "Il vecchio cieco e il giovane sognatore" (2013)

CARMELA TRAVAGLINI e MAURO STEGAGNO presentano "MAMMA PER FORZA... MAMMA PER AMORE (come affrontare i comportamenti dei nostri figli)"

SABATO 27 SETTEMBRE ALLE 17,00

CARMELA TRAVAGLINI e MAURO STEGAGNO
presentano
"MAMMA PER FORZA... MAMMA PER AMORE
(come affrontare i comportamenti dei nostri figli)"
OM edizioni

Questo libro è stato scritto per i genitori e per tutti coloro che interagiscono con i bambini.
Va inteso come uno strumento di aiuto a genitori e educatori che, attraverso la conoscenza di informazioni nuove o ancora poco conosciute, possono imparare a interagire e comprendere meglio i ragazzi .

Sono proposti consigli pratici adatti a una generazione di bambini che spesso viene trattata in maniera non adeguata a causa del loro carattere e del loro modo di vivere le emozioni.

In questo libro sono descritte alcune chiavi di lettura che permettono di meglio comprendere i comportamenti dei nostri figli che spesso ci sfidano fino all'esaurimento, creando disarmonie nell'ambiente famigliare, scolastico, sociale, ecc.

Utilizzando le informazioni descritte possiamo prevenire tali disagi con discernimento e consapevolezza e trasformare condizioni psico-fisiche alterate, riportando l'armonia e la salute in modo naturale.
Un volume utile alle donne in gravidanza come a chi è già genitore, grazie anche alla guida per interpretare le emozioni del bambino attraverso i loro disegni.

Viene inoltre trattata l'importanza della terapia ERT (terapia per riequilibrare le emozioni di paura, rabbia, ansia, aggressività, ecc. ) nella risoluzione dei problemi emozionali dei bambini

gli autori:
CARMELA TRAVAGLINI è pediatra e specialista in Kinesiologia, Omotossicologia ed Agopuntura con esperienza trentennale in campo pediatrico.
Tratta il bambino dal punto di vista olistico (struttura, biochimica e psiche) andando alla ricerca della causa vera che ha interrotto l'armonia psicofisica del soggetto.

MAURO STEGAGNO è cardiologo ed internista, esperto in Kinesiologia e Omotossicologia. Ha una esperienza trentennale in campo olistico nell'adulto. Effettua la terapia ERT (terapia del riequilibrio delle emozioni quali rabbia, frustrazioni, depressione, paure, ecc...) aiutando la persona a ritrovare l'armonia della sua salute.


Laboratorio di lettura condotto da MAURIZIO CARDILLO

NARRATORI DELLE PIANURE
Leggere Gianni Celati
Laboratorio di lettura condotto da MAURIZIO CARDILLO

Cinque mercoledì sera, dalle ore 20.00 alle 22.00: 1, 8, 15, 22, 29 ottobre 2014

Un laboratorio per apprendere o consolidare l'arte e la tecnica della lettura in pubblico.
Il percorso formativo, in cinque incontri, si basa su un piccolo classico moderno, "Narratori delle pianure" di Gianni Celati.

Questo libro  raccoglie trenta novelle ispirate al "sentito dire che circola in un luogo o in un paesaggio", ovvero la Pianura Padana, scritte con uno stile vicino alla cadenza e alle forme  della narrazione orale.
Storie comiche e surreali, malinconiche o folli, nelle quali il paesaggio è sempre protagonista, insieme ad un orizzonte umano di personaggi bizzarri, a volte colmi di ingenuità, altre invece fieramente ribelli; piccole fiabe moderne, perfette per la lettura condivisa.




Il laboratorio è un viaggio che ogni partecipante compie con la guida del docente,  con se stesso e con il gruppo. La base del lavoro è l'ascolto reciproco in assenza di qualsiasi giudizio.
Gli allievi sperimentano la capacità di leggere un testo partendo da sé, dalla propria esperienza, indole, abilità nell¹entrare in sintonia con una storia ed un pubblico che ascolta, attraverso l¹arte e la tecnica della lettura ad alta voce.

La tecnica, ovvero la capacità di usare in modo efficace la propria voce nell'atto del leggere, respirando correttamente, correggendo i principali difetti di intonazione e pronuncia, trovando una piacevole varietà di timbri, ritmi, volumi.
L'arte, ovvero l'allenamento ad essere creatori del proprio leggere, coltivando la sapienza di rendere vive le parole, le immagini, la storia.

Il laboratorio prevede una lettura finale in libreria, aperta al pubblico
INFO E ISCRIZIONI
Libreria Ubik Irnerio 051.251050 ­ bologna@ubiklibri.it
Maurizio  Cardillo 328.9383778   mauriziocardillo@libero.it


MAURIZIO CARDILLO,

attore, autore e formatore, ha lavorato in passato con Teatro dell'Elfo di Milano, Teatro Stabile di Bologna, Teatri di Vita di Bologna, Teatro Stabile di Bolzano, Renato Carpentieri, Gigi Dall'Aglio e molti altri. Dal 2007 collabora stabilmente con la Compagnia Le Belle Bandiere di Elena Bucci e Marco Sgrosso. Ha legato la sua presenza sulla scena all¹attraversamento ed al superamento dei generi. e delle etichette teatrali, lavorando al fianco di nomi molto popolari dello spettacolo italiano (uno tra tutti: Ave Ninchi), così come con  colleghi molto noti della sua generazione: Francesca Mazza, Angela Malfitano, Bruno Stori, Anna Amadori, Marco Cavicchioli.  La Compagnia Cardillo/Pagotto, da lui  fondata nel 2007 continua  nella stagione 2014/15  la collaborazione con Arena del Sole/Ert, con uno spettacolo sul tema del nulla: Fior di Nulla, cabaret filosofico.
Da molti anni dedica una parte del suo percorso alla formazione, sia nel campo della lettura ad alta voce che in quello dell¹alfabetizzazione e della ricerca teatrale.

Vi aspettiamo!
Cinzia, Manuela, Raffaella, Rita

"VITA E ARTE DI GINO CERVI" e "GENERAZIONI"

Riprendono gli incontri dopo la pausa estiva,
con due iniziative organizzate in collaborazione con
CASADEIPENSIERI2014

nell'ambito della Festa dell'Unità

ecco il dettaglio:

MERCOLEDI' 10 SETTEMBRE ALLE 17,30
"VITA E ARTE DI GINO CERVI"
dialogo di GIULIA TELLINI con
MARINO BIONDI, GIAN LUCA FARINELLI, ANDREA MAIOLI.
Interviene MARCELLO COFFRINI, sindaco di Brescello.
Canto di DANIELA AIROLDI, alla chitarra ANTONIO STRAGAPEDE

presiede PAOLA RUBBI
con l'occasione verrà presentato il libro: "Vita e arte di Gino Cervi", edizioni di Storia e Letteratura

LUNEDI' 15 SETTEMBRE, ALLE 18,00
"GENERAZIONI"
Da Natalia Ginzburg a Tondelli, a Lagioia. La scoperta dei giovani nella letteratura e nella società".
Dialogo con PAOLO CAPUZZO, ALBERTO DE BERNARDI, GIULIO IACOLI, CARLO VAROTTI.
Presiede MATILDE MADRID.


MAURO MEZZETTI SFORZA presenta "FISICA E DEMOCRAZIA. Legge naturale: legge democratica il principio di simultaneità"

MERCOLEDI' 2 LUGLIO ore 9,30

MAURO MEZZETTI SFORZA
presenta
"FISICA E DEMOCRAZIA. Legge naturale: legge democratica il principio di simultaneità"
(Europa edizioni)

interviene GIORGIO DRAGONI


Un inusuale incontro mattutino in libreria.
Attraverso una correlazione tra fisica e politica, l'autore propone una riflessione sul concetto di democrazia, ricordandone la natura, ed analizzando la crisi  che interessa i tempi in cui viviamo.

Partendo da un'analisi attenta dell'attuale situazione italiana, anche alla luce delle novità (o meno) introdotte dal Movimento Cinque Stelle, ci propone la sua ipotesi in merito al concetto stesso di democrazia, ricordandone la natura a chi dovesse averla dimenticata.

Mauro Mezzetti Sforza prosegue, poi, fornendoci un interessante approfondimento scientifico sulle leggi che governano il nostro mondo.
Come possono incontrarsi due argomenti tanto distanti? La verità è che la distanza è soltanto apparente, ma è inutile cercare i parallelismi nei nostri giorni.
Quella che stiamo vivendo è una vera e propria crisi dell'umanità, iniziata tempo fa, e come tale va analizzata con metodo rigorosamente scientifico.

AUGUSTO GENTILI presenta "IL MARTIRE E L'EROE. San Sebastiano e San Giorgio. Riflessioni su due figure archetipiche"

GIOVEDI' 26 GIUGNO ore 17,30

AUGUSTO GENTILI presenta
"IL MARTIRE E L'EROE.
San Sebastiano e San Giorgio. Riflessioni su due figure archetipiche"

(Persiani Editore).

interviene
ROSSELLA ANDREOLI


L'incontro è organizzato in collaborazione con il Centro Culturale Junghiano Temenos.

Il martire e l'eroe rappresentano sul piano psichico due complesse modalità di "essere nel mondo".
Mentre il martire è un testimone di una fede che può essere religiosa, ideologica, ecc. o comunque di un legame con qualcuno o qualcosa che già esiste o è esistito e che sostanzia la sua vita fin'anche alle estreme conseguenze, l'eroe è colui che esplora e costruisce nuove vie dell'esperienza umana.

Tanti sono i martiri e gli eroi inconsapevoli  che quotidianamente, nella famiglia, nel lavoro e nella società in genere, vivono la loro vita ordinaria.
L'autore si interroga su quale di questi due comportamenti archetipici  caratterizzi la nostra presenza mondana, quali siano le dinamiche intrapsichiche inconsce che predispongano a questi "stili di vita". Tutto ciò con la finalità di favorire nel lettore un suo interrogarsi al riguardo per una maggior consapevolezza introspettiva e per salvaguardarsi così dall'Indifferenza di una psiche collettiva e dai condizionamenti di una anonima globalizzazione.

AUGUSTO GENTILI
è medico psichiatra, psicologo analista del centro italiano di psicologia analitica (CIPA).
È membro dell'Associazione Internazionale di Psicologia Analitica (IAAP).
Si interessa di psicoanalisi e religione e soprattutto della ricerca di un (possibile) incontro tra neuroscienza e psicoanalisi. Vive e lavora a Reggio Emilia.

MARIEL SANDROLINI presenta "LE SCELTE DI ERIKA"

MERCOLEDI' 18 GIUGNO ore 18,00

MARIEL SANDROLINI
presenta
"LE SCELTE DI ERIKA"
(Damster edizioni)


coordina:
ANNA AGOSTINI
interventi musicali di
MAURIZIA BASSI, ALDO BARZINI, RODOLFO CALABRESE, GIUSEPPE FICARRA, PASQUALINO LACONI
voci narranti:
ANNA AGOSTINI, MAURO MOSA
foto-video:
SAURO CORONA

"Le scelte di Erica" è il racconto della vita e del coraggio di una giovane donna dal dopoguerra ai giorni nostri, ispirato a vicende realmente accadute.

L'ambiente iniziale è quello delle terre rurali emiliane, dove la fanciulla è costretta a lavorare nei campi, e a sottostare alle angherie di un padre padrone che non le risparmia quotidianamente l'essere nata donna.

A quindici anni subisce uno stupro di gruppo; additata come la vergogna del paese viene mandata a Vercelli a fare la stagione del riso.
Al rientro rifiuta un matrimonio combinato dal padre ribellandosi alle convenzioni pur senza dimenticare le proprie radici.
Fino a quando non busserà alla sua porta Calogero Nicosia, un giovane appuntato dei Carabinieri di origine pugliese, dai lineamenti marcati e dallo sguardo penetrante. Sarà lui a fare breccia nel cuore di Erica consentendole di imprimere alla propria vita la svolta fondamentale che cercava: l'amore e la fuga nel profondo Sud  per seguire  l'uomo di tutta una vita; e con l'amore e la realizzazione personale arriverà anche una forte soddisfazione professionale.

Il ritratto di una donna forte e ribelle che non accetta di  sottostare alle abitudini e alle regole della propria epoca, una vicenda vera che diventa romanzo.

MARIEL SANDROLINI è una scrittrice bolognese. I suo più recente lavoro è "Il commissario Marra ed il caso Bondage", sempre pubblicato dalle edizioni Damster, che abbiamo presentato in libreria nello scorso mese di aprile.

ROBERTO CASADIO presenta FANTASMI DEL PASSATO

MERCOLEDI' 4 GIUGNO ore 18

ROBERTO CASADIO
presenta
FANTASMI DEL PASSATO
(ilmiolibro.it 2014)

Presenta e conduce l'incontro ALESSANDRA CALANCHI
Intermezzi musicali a cura di PAOLO MONTANARI e MARCO TAMARRI

Il ritorno sulla scena di Ronny Conti, il clandestino detective creato dalla fantasia di Roberto Casadio, coincide con la misteriosa scomparsa di una tranquilla madre di famiglia. Uscita come sempre a metà mattina per le normali incombenze di ogni casalinga, non ha più fatto ritorno. Non aveva denaro con sé, tranne forse pochi spicci per la spesa. Non ha preso nulla dal proprio guardaroba, tranne i vestiti che indossava. Non ha lasciato alcun biglietto. E, dopo diversi giorni, non se ne trova traccia. Né viva né morta. Sparita nel nulla. Rapita dai marziani. Risucchiata da un tombino delle fogne.
Ma anche la persona più tranquilla può nascondere un segreto. Può avere qualche scheletro nell'armadio. Può essere inseguita dai fantasmi del proprio passato.
Dovunque ci sia qualcosa di poco chiaro, Rolando Conti detto Ronny è nel suo habitat naturale. Forse perchè lui stesso è un mistero. Per lo meno lo è per l'ispettore Nicemi, che per salvare la faccia finge, specialmente con se stesso, di usarlo come informatore, ma che in realtà è da anni il fedele dottor Watson di uno Sherlock Holmes dei bassifondi bolognesi.

Roberto Casadio, medico bolognese, ha esordito nel 2004 con il romanzo "Uno di meno", che segna l'inizio delle avventure di Ronny Conti, ex-agente della Securitate rumena immigrato clandestinamente in Italia nel 1990 per sfuggire alle epurazioni del dopo-Ceausescu.
"Chicco il bello" è il secondo appuntamento e affronta temi difficili come emarginazione, diversità e disagio sociale. Seguono "Morta di fame" (2005), "Angeli nella notte" (2006) e "Un dramma familiare" (2009), tutti pubblicati da Perdisa.

MONIA BENINI presenta "STERMINIO SEGRETO. Ciò che non viene detto sulla sanità"

VENERDI' 30 MAGGIO ore 18,00


MONIA BENINI 
presenta
"STERMINIO SEGRETO.
Ciò che non viene detto sulla sanità"
(Editoriale Programma)


 In "Sterminio segreto" l'autrice analizza le teorie secondo cui ogni misura diventa lecita per abbattere il numero di abitanti sul globo terrestre: vaccini per la sterilizzazione, politiche economiche globali tese a concedere finanziamenti solo a quegli stati in varie parti del mondo che si adoperano per la limitazione delle nascite, misure anti crisi applicate nei paesi europei che vanno a colpire i gangli vitali del sistema sanitario e di quello sociale, manipolazione del clima piuttosto che alterazione genetica degli alimenti di cui ci cibiamo (Ogm).

Secondo l'autrice, quindi, un silenzioso sterminio è in atto nel nostro pianeta; uno sterminio condotto dalle élites al potere che si arrogano qualunque decisione sanitaria sulla popolazione globale. Ogni diritto è loro. Anche quello di vita e di morte della popolazione mondiale.

MONIA BENINI, dopo la laurea in lingue e letterature europee, prosegue il proprio percorso formativo nell'ambito delle relazioni e delle funzioni internazionali, con studi e specializzazioni all'Università di Padova, all'istituto per gli Studi di Politica Internazionale di Milano, all'istituto di Sociologia Don L. Sturzo di Caltagirone e all'Università di Perpignan in Francia.
Recentemente ha conseguito la laurea magistrale in Giornalismo e nuovi media. Autrice di "La guerra dell'Europa", "Risvegliàti" (quest'ultimo scritto con Alberto Medici), "Liberarsi dalla dittatura europea", "Sterminio Segreto" e "Nella Rete. Luci e ombre del media che ha invaso le nostre vite".
Inoltre è impegnata nel movimento Per il Bene Comune, cura periodicamente un proprio videoblog, www.ilpuntotv.it e collabora con la piattaforma indipendente www.testelibere.it


GIULIANO SANTORO presenta "CERVELLI SCONNESSI. La resistibile ascesa del net-liberismo e il dilagare della stupidità generale"

MERCOLEDI' 28 MAGGIO ore 18,00

GIULIANO SANTORO

presenta
"CERVELLI SCONNESSI. La resistibile ascesa del net-liberismo e il dilagare della stupidità generale"
(Editore Castelvecchi)


intervengono:
WU MING 1
WU MING 2
MARCO TROTTA
MASSIMO MAZZA AKA MAZZETTA

DIRETTA AUDIO IN STREAMING SU WWW.WUMINGFOUNDATION.COM

evento organizzato in collaborazione con HACKMEETING 2014

DALL'AUTORE DI "UN GRILLO QUALUNQUE", UN LIBRO CHE SVELA LA PARABOLA DELLA RETE.

La grande mutazione di internet e dei nuovi media ci conduce verso un'era di maggiore democrazia e informazione?
O, al contrario, questa nuova epoca è portatrice di nuove forme di controllo e dominio?
A più di venti anni dalla diffusione del Web, questo volume di Giuliano Santoro - autore di "Un Grillo qualunque", il primo libro che ha analizzato il fenomeno del Movimento 5 Stelle- mette in fila storie, idee e dati per sostenere una terza ipotesi: la legge del profitto e l'ideologia della concorrenza a tutti i costi stanno imbarbarendo il livello medio delle reti telematiche, livellando verso il basso i contenuti, frustrando le istanze di partecipazione e sfruttando la voglia di condividere saperi e passioni.

Prendendo le mosse dalla situazione italiana, cioè dal Paese in cui l'accesso di massa a Internet ha segnato l'ennesimo peggioramento del dibattito pubblico, questo testo ricostruisce la storia della Rete, segnata fin dall'inizio dalla paradossale e inconsapevole collaborazione tra le controculture statunitensi e i laboratori del comparto militare-industriale. Per arrivare a interrogarsi sull'oggi: la quotazione in borsa di Twitter, lo scandalo del Datagate, le sperimentazioni «tecnopolitiche» dei movimenti sociali e il dilagare online delle teorie del complotto e delle leggende digitali, che in Italia si sono riversate in piazza coi cosiddetti «forconi».

Un libro per comprendere dove sta andando il Web. E, in buona sostanza, la nostra democrazia.

GIULIANO SANTORO
è giornalista e scrittore. Esperto di politica e società, nel 2012 ha pubblicato per Rubbettino il saggio "Su due piedi, camminando per un mese attraverso la Calabria".

Hackmeeting è l'incontro annuale delle controculture digitali italiane, e si svolgerà a Bologna dal 27 al 29 giugno 2014. Informazioni su www.hackmeeting.org