Lunedì 3 ottobre ore 17,30

Paul Dietschy
presenta:
STORIA DEL CALCIO
Paginauno Editore

modera l'incontro Nicola Sbetti

La storia del calcio resta largamente misconosciuta. Come, dopo la sua codificazione dall'Inghilterra della fine del XIX secolo, sono nati club, federazioni e competizioni internazionali? Quando e perché sono state fissate le regole concernenti il numero di giocatori o la dimensione del pallone, passando per i cartellini gialli e rossi, i corner o i punti di penalità? Quali sono state le grandi evoluzioni tattiche e tecniche del gioco, dribbling o colpi di testa?

È a tutte queste domande, e a molte altre ancora, che quest'opera dà una risposta. Vi scopriremo naturalmente il vero romanzo dei grandi club - Ajax, Bayern, Liverpool, Saint-Etienne, Real, Barcellona, Juventus, Milan, Inter, Napoli, Roma, Torino - degli allenatori carismatici e dei giocatori d'eccezione. Ma apprenderemo anche molto sulla strumentalizzazione del calcio da parte dei totalitarismi e delle relazioni pericolose con il re denaro, decuplicate dalla televisione. Nell'ora del declino delle ideologie e dei legami collettivi, il calcio esercita la funzione di religione civile dove si esacerba lo spirito di appartenenza. Riassumendo, quest'opera dice molto della nostra storia generale e sulla mondializzazione in particolare.

PATRIZIA DEBICKE VAN DER NOOT presenta "LA CONGIURA DI SAN DOMENICO"

Venerdì 14 Ottobre 2016 ore 18,00

PATRIZIA DEBICKE VAN DER NOOT
presenta
"LA CONGIURA DI SAN DOMENICO"
TODARO EDITORE

interviene Matteo Bortolotti

La seconda indagine di Julius von Hertenstein, la Sentinella del Papa

L’uccisione di un inquisitore, trovato nella Basilica di San Domenico trafitto da un Cristo d’argento, e la scomparsa di un’affascinante “strega” con occhi di diverso colore, prigioniera nelle segrete del convento, fanno subito pensare a un omicidio “diabolico”. Ma il leutnant della Guardia Svizzera Julius von Hertenstein, che si trova a Bologna al seguito di papa Giulio II, in città per ripristinare il governo dello Stato Pontificio, non crede al coinvolgimento di sette sataniche o stregonerie varie. E, indagando tra religiosi non proprio devoti e ambigui gentiluomini, scoprirà una mortale congiura, rischiando in prima persona di cadere nelle mani di un folle omicida.

Patrizia Debicke van der Noot, autrice di romanzi storici, gialli, thriller e racconti. Tra i suoi libri L’uomo dagli occhi glauchi, L’eredità Medicea, L’oro dei Medici; per la Todaro Editore ha pubblicato nel 2013 La Sentinella del Papa, prima avventura del leutnant Julius von Hertenstein,  vincitore del primo premio della critica al Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti di Serravezza.
www.patriziadebicke.com
 
Per eventuali informazioni: info@todaroeditore.com

PerCorso avanzato di scrittura fiabesca guidato da MASSIMO CARRISI e ROBERTA BRINTAZZOLI

ALLA LIBRERIA IRNERIO UBIK

"SCRIVERE UNA FIABA, NARRARE LE APPARENZE OLTRE L'APPARENZA"

PerCorso avanzato di scrittura fiabesca guidato da MASSIMO CARRISI e ROBERTA BRINTAZZOLI

Sei incontri di martedì, dall'11 ottobre al 22 novembre, dalle 20 alle 22, presso i locali della libreria.
Chi non ha mai incontrato nella propria vita un orco, un principe azzurro, un animale che parla e ci aiuta, un antagonista che si vuole prendere i meriti delle nostre imprese?

Le fiabe tramandano i comportamenti più adeguati a queste situazioni. Venite nel mondo incantato dove tutto è possibile e la magia dei suoi simboli vi svelerà i segreti per trasformare la realtà in qualcosa di un po' meglio di così!

Ai partecipanti, che avranno già ultimato il primo livello, saranno forniti strumenti per orientarsi nel bosco delle interpretazioni fiabesche e orientare la loro scrittura verso un approfondimento dell'uso di metafore e simboli fiabeschi.

Per essere ammessi direttamente a questo laboratorio, pur non avendo frequentato il primo livello, bisognerà sottoporre ai docenti una FIABA originale entro il 7 ottobre 2016 inviandola ad info@canto31.it

STRUTTURA DEL CORSO (6 incontri)

6 incontri di 2 ore ciascuno. Ogni incontro avrà una parte teorica e una di laboratorio pratico i cui tempi saranno proporzionati ai contenuti.

PROGRAMMA DEGLI INCONTRI

1° incontro ­ 11 ottobre
Introduzione alla Fiabolosofia e alla scrittura di simbologie fiabologiche. Presupposti, strategie e obiettivi oltre il piacere di scrivere in stile "neutrale o ingenuo".

2° incontro ­ 18 ottobre
Magia e narrazione orale e scritta: parole scritte a più voci; suoni e musiche della scrittura fiabesca.

3° incontro ­ 25 ottobre
Scrivere di figure narranti per descrivere l'inenarrabile. Forma e struttura al servizio della narrazione: simboli che prendono forma per parlarci e farsi scrivere.

4° incontro ­ 8 novembre
Storia immaginata e immaginazione storica. Origini di metafore, simboli e archetipi fiabeschi nelle loro trasformazioni narrative "narrabili".

5° incontro ­ 15 novembre
Scrivere e descrivere il magico oltre la magia. La fantasia che non "mente" cerca e trova parole narranti.

6° incontro ­ 22 novembre
La potenza dell¹immaginario: l'immaginazione per scrivere, costruire e trasformare la realtàŠ

Info
Laboratorio a cura di Canto31 Associazione Culturale
338/1431367 ­ 339/3170728 ­ info@canto31.it

In caso non venisse raggiunto un minimo di partecipanti e il laboratorio non dovesse aver luogo, le eventuali quote già versate verranno interamente restituite.

"COME SI RACCONTA UNA STORIA". Laboratorio di scrittura e creatività con PATRICK FOGLI

"COME SI RACCONTA UNA STORIA".
Laboratorio di scrittura e creatività con PATRICK FOGLI

Sei  incontri di mercoledì, dal 19 ottobre al 23 novembre 2016, dalle 20 alle 22 c/o  libreria Ubik, via Irnerio 27, Bologna.

Cosa vuol dire raccontare una storia? Come si costruisce? Quali pezzi devi mettere insieme e come ­ se esiste un come ­ vanno messi insieme?

Un viaggio con Patrick Fogli alla ricerca degli attrezzi del mestiere, fra letteratura, cinema, fumetto, serie televisive, fra realtà e finzione, parole e immagini.

Patrick Fogli è nato a Bologna ed è ingegnere elettronico. Ospite al Festivaletteratura di Mantova, finalista al Premio Scerbanenco al Noir in Festival di Courmayeur, è considerato dalla critica uno degli scrittori più interessanti e originali della narrativa italiana di oggi. Per Piemme ha scritto "Lentamente prima di morire" ­ il cui protagonista, Gabriele Riccardi, torna anche ne "La puntualità del destino" ­ "L'ultima estate di innocenza" e i romanzi "Il tempo infranto", sulla strage alla stazione di Bologna, e "Non voglio il silenzio", con Ferruccio Pinotti, sull¹omicidio Borsellino e la trattativa Stato-mafia. Ha scritto con Stefano Incerti la sceneggiatura di "Neve", il nuovo film del regista napoletano. Il suo ultimo romanzo è "Io sono Alfa" edito da Frassinelli.

Questo è il suo primo laboratorio con Canto31 dopo aver tenuto seminari di scrittura creativa presso l¹Università di Bologna.

PROGRAMMA COMPLETO DEL LABORATORIO

1° incontro ­ mercoledì 19 ottobre
"Vorrei che tutti leggessero non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo" (Gianni Rodari)

Essere lettori, consumatori di storie. La prima regola è che non ci sono regole.
Personaggi, genere, storie, attrezzi del mestiere, musica. Invenzione. Ispirazione.
Esempi da: I soliti sospetti, Bryan Singer
Rapporto col lettore.

2° incontro ­ mercoledì 26 ottobre
Partiamo dall¹inizio. Come nasce una storia? Con una motivazione forte.
Lettura: Antonio Monda intervista Don DeLillo.
Ambizione non è una brutta parola.
L¹importanza di trovare una voce. Esempi da: Motherhood, ER Season 1 Ep.24 di Quentin Tarantino
L¹importanza di trovare uno sguardo. Esempi: Romeo e Giulietta, Twilight, Dracula, 50 Sfumature di grigio. Batman, da Bob Kane a Christopher Nolan passando da Tim Burton e Frank Miller. Dracula, da Bram Stoker a Francis Ford Coppola. James Bond.

3° incontro ­ mercoledì 2 novembre
Punto di vista. Chi parla? Perché? In prima o in terza persona? Al presente o al passato? Farsi leggere. Primi assaggi di magia necessaria, ma non sufficiente.
Incipit. Come portarsi a spasso il lettore. Esempi da: La metamorfosi, Franz Kafka; Moby Dick, Hermann Melville; Il nome della rosa, Umberto Eco; It, Stephen King; Watchmen, Alan Moore; L'infernale Quinlan, Orson Wells

4° incontro ­ mercoledì 9 novembre
Devono credervi. La sospensione dell'incredulità. Il problema di essere originale. Il genere letterario. Reinventare il già inventato. Persone e non personaggi.
Raccontare la realtà. Ricerca e verosimiglianza.
Esempi da: L'uomo nell¹alto castello, Philip Dick; Romanzo Criminale, Giancarlo De Cataldo; American Tabloid, James Ellroy; Il complotto contro l¹America, Philp Roth; Cecità, Josè Saramago; Il Signore degli anelli, J.R.R. Tolkien; Matrix, Wachoski Brothers

5° incontro ­ mercoledì 16 novembre
Sentimenti. Amore e paura. Come si costruisce una storia? Sincerità o menzogna.
Esempi da: Dieci piccoli indiani, Agatha Christie; Il sesto senso, M. Night Shyamalan; The village, M. Night Shyamalan; Lost, J.J. Abrams
Piccolo tentativo di raccontare le nostre paure.

6° incontro ­ mercoledì 23 novembre
Mettere insieme i pezzi. Scaletta. Tono. La metrica delle parole.
Esempi da: Finale di partita, Samuel Beckett; V per vendetta, Alan Moore; Meridiano di sangue, Cormac McCarthy; La peste, Albert Camus; Le ore, Michael Cunningham; La terra sotto i suoi piedi, Salman Rushdie
Finale. Come chiuderla e se chiuderla, come abbandonare la storia e un personaggio.
Esempi da:Uomini che odiano le donne, Stieg Larsson; Lost, J.J. Abrams; Assassinio sull¹Orient Express, Agatha Christie; Il signore degli anelli, J.R.R. Tolkien; Anna Karenina, Fedör Dostoevskij; La stanza del figlio, Nanni Moretti; Breaking Bad, Vince Gilligan

Info

In caso non venisse raggiunto un minimo di partecipanti e il laboratorio non dovesse aver luogo, le eventuali quote già versate verranno interamente restituite.

Laboratorio a cura di Canto31 Associazione Culturale
338/1431367 ­ 339/3170728 ­ info@canto31.it


MARGHERITA VETRANO presenta "IL MIO PICCOLO SOLE"

Sabato 8 ottobre alle 17,00

MARGHERITA VETRANO
presenta
"IL MIO PICCOLO SOLE"
(ilmiolibro.it)
intervengono:
FRANCESCA DE BELLIS (infermiera presso la T.I.N dell'ospedale Sant'Orsola)
FABRIZIO CAROLLO (Giornalista)
modera
LOREDANA RASO (erborista/naturopata)

Edoardo nasce dopo sole 23 settimane di gestazione. "Il nostro piccolo sole" è il diario, diretto e senza filtri, dei cinque mesi trascorsi in Terapia Intensiva Neonatale e della sua lotta per la sopravvivenza.
Lo ha scritto MARGHERITA VETRANO, la sua mamma.

SARA BORGHI presenta "VADEMECUM SEO. Guida 100% pratica dai primi passi al posizionamento"

Mercoledì 28 settembre alle 17,30
SARA BORGHI
presenta
"VADEMECUM SEO. Guida 100% pratica dai primi passi al posizionamento"
(Dario Flaccovio editore)
interviene PAOLO DELLO VICARIO (COO at ByTek Marketing)

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una grande evoluzione nel modo in cui la SEO viene svolta e nei criteri che i motori di ricerca utilizzano per valutare la qualità e l'autorità di un sito web. Penalizzazioni legate a contenuti di bassa qualità e a profili link spam sono all'ordine del giorno per chi si occupa di digital marketing.
In questo scenario, il content marketing e la link building costituiscono due leve assolutamente necessarie per ottenere posizionamenti e traffico qualificato al proprio sito.
Ma come svolgerle in modo etico e creativo?
Il presente manuale, pratico al 100%, offre tutto ciò che che serve per ottenere link autorevoli e visibilità.
Ma posizionamenti più alti e più traffico al proprio sito non servono se le visite che si ottengono non sono interessate ai propri prodotti o servizi.
Ecco perché il focus del libro è quello di attrarre il traffico giusto verso il proprio sito, ovvero quel traffico che è propenso ad acquistare ciò che si produce.
Niente congetture, niente passi falsi e niente tasselli da unire: in questo libro si troveranno solamente le informazioni necessarie e che si possono mettere in pratica oggi stesso.

SARA BORGHI è consulente di Web Marketing, con un focus particolare sulla SEO e il Content Marketing. Dal 2010 al 2015 ha vissuto in Australia, dove ha lavorato per alcune importanti agenzie di digital marketing, prima a Brisbane poi a Sydney. Infinitamente curiosa e affamata di conoscenza, ama il web e la comunicazione digitale a tutto tondo, ma le sue vere passioni sono lo sci alpino e la montagna, da sempre per lei fonte di grande ispirazione.

Harry Potter


LUCIANO MARINI presenta "UN BOLOGNESE DI TROPPO"

Venerdì 16 settembre alle 18,30

LUCIANO MARINI 
presenta
"UN BOLOGNESE DI TROPPO"
(Costa editore)
intervengono GIUSEPPE CASTAGNOLI e MARCO CASTELLUCCI

Abbiamo già ospitato Luciano Marini lo scorso anno per presentare il suo primo romanzo, "Bologna però..."
Anche in questo caso, un romanzo corale, ricco di personaggi che si muovono fra Bologna e il mondo, in una commedia d'altri tempi elegante e variegata.
Il volume è arricchito dagli acquerelli del pittore Marco Castellucci, che ne fanno quasi un romanzo illustrato.

Luciano Marini, classe 1936, divide le sue giornate tra i libri e il lavoro fra il verde.

"50 ANNI FA: GUIDO FANTI SINDACO"

Sabato 3 settembre alle 17,30

"50 ANNI FA: GUIDO FANTI SINDACO"
incontro organizzato in collaborazione con CASADEIPENSIERI 2016

Riprendono, dopo la pausa estiva, gli incontri in libreria.
Sabato ospitiamo un incontro dedicato al 50* dell'elezione a Sindaco di Guido Fanti e al periodo del riformismo emiliano di cui egli fu uno dei protagonisti nella proposta e nelle realizzazioni.

Con la storica LUISA LAMA, interverrà un protagonista del periodo, il Sen. DANTE STEFANI, e LANFRANCO FANTI.

Presiederà LORIS MARCHESINI, V.Sindaco di Anzola.

PAROLA LIBERA PENSIERO LIBERO ASHSRAF LIBERO

Giovedì 28 luglio ore 17,30

PAROLA LIBERA
PENSIERO LIBERO
ASHSRAF LIBERO

giornata mondiale a sostegno del poeta ASHRAF FAYAD

Lettura di poesie per la libertà di parola e di pensiero e per sostenere il poeta palestinese Ashraf Fayad

Introduzione di GASSID MOHAMMED

Letture dei poeti:
Daniele Barbieri, Alessandro Brusa, Loredana Magazzeni, Marina Mazzolani, Pina Piccolo, Enea Roversi, Mirella Santamato, Silvia Secco, Domenico Segna, Maria Luisa Vezzali, Claudia Zironi.

Incontro in collaborazione con La Macchina Sognante

Il poeta lotta con il pensiero e con la parola.
Se un poeta viene condannato a morte per le sue parole e i suoi pensieri, questo non significa la morte del poeta, ma del pensiero e della parola.
Ashraf Fayad - il poeta palestinese condannato prima a morte, poi a otto anni di prigione e ottocento frustate in Arabia Saudita - è vittima di un regime che uccide le parole e i pensieri.
È uno dei tanti "Giordano Bruno" del nostro tempo, vittima di un pensiero religioso rigido e intollerante, quale il wahabismo saudita.

Alcune delle accuse a carico del poeta sono davvero da favola, come ad esempio: il ritrovamento d'immagini di donne nel suo cellulare, l'essersi lasciato influenzare dalla filosofia occidentale, l'avere scritto su Twitter frasi come: "Odio gli uomini", "L'egoismo è il signore delle virtù", "La storia è un uomo ipocrita".
E altri capi d'accusa sarebbero stati individuati nella sua poesia, dove dice: "Una bottiglia di vino che sta per finire" e che a detta del Pubblico Ministero elogia l'ubriachezza.
In un altro verso, "Il sole sta a letto perché la sua temperatura è troppo alta", qui, sostengono che derida il sole che è uno dei miracoli di Dio.

Ashraf Fayad è stato accusato di apostasia, diffusione dell'ateismo, di aver proferito blasfemie contro Dio e il suo profeta, e altre accuse, tutte riprese dai testi poetici della raccolta "Le istruzioni all¹interno" che il poeta aveva pubblicato anni prima.

Per tale motivo si è deciso di sostenere Ashraf Fayad dedicandogli una giornata di letture poetiche che si svolgerà il 28 luglio 2016, in diversi paesi del mondo.

Anche Bologna risponde, generosamente, all'appello. La libreria Irnerio Ubik accoglierà i poeti di Bologna che hanno deciso, con gran generosità, di sostenere il loro collega di parola Ashraf Fayad, con le loro voci, i loro pensieri e le loro poesie.
Vi aspettiamo dunque il 28 luglio alle ore 17:30.

Per approfondimento sul caso di Ashraf si rinvia all'articolo su La Macchina Sognante, al seguente link:
http://www.lamacchinasognante.com/la-morte-e-vetro-la-poesia-e-luce/

Ecco un assaggio di poesie di Ashraf Fayad, di cui Gassid Mohammed sta curando una edizione e traduzione italiana, in uscita nel nostro Paese in autunno:

Dissero che un assedio è stato annullato...
che le manette smisero d'incatenare
le tue mani consumate
e che ti avrò incontrato... così dissero.
Perdonami le tue ripetute morti sul mio letto
Perdonami per aver dimenticato l'odore esausto del tuo sudore sulle lenzuola
Non c'è altro amato all'infuori di te... ed io ero fra coloro che disperano.


Una notte vacante

Nello spavento che cala nella mia notte
giacciono tutte le domande sospette
dichiarando che la notte passerà... senza risposte.
Non vi è differenza... tutte le notti sono così,
tutte le notti manovrano le brame del tuono
e la gaiezza di tutte le nuvole rivestite di solitudine.
Tutti i pastori delle stelle si stupiscono che io disprezzi il tempo
e che butti dietro i miei passi
le prossime sbornie notturne.
I locali notturni osservavano le mie inquietudini
e cercavano di evitare schiaffi quasi abituati a sbagliare
il mio volto...
Tale è il mio destino
Il destino che mi interseca con tutti gli sfizi sospetti
tra nuvole e tuoni
e pianeti esiliati...
fingendo di saper precipitare sui granelli di sabbia
al fine di costruire una statua per l'umanità.


Conclusioni

Amare a volte è come rompere il digiuno!
A volte è come una nuova scarpa sportiva
regalata a un bambino disabile
Amare - nella maggior parte dei casi - è una impresa che comporta tante perdite...
per tutte le parti.

ALIDA PALMA presenta il romanzo "COSI' INCESSANTEMENTE"

Mercoledì 6 luglio alle 18

ALIDA PALMA
presenta il romanzo
"COSI' INCESSANTEMENTE"
(Genesi editrice)

interviene
ADELE MILO

con letture di
MONICA MARINI

CLAUDIA ZIRONI presenta la raccolta poetica "fantasmi, spettri, schermi, avatar e altri sogni"

Venerdì 1 luglio alle 18,00
CLAUDIA ZIRONI
presenta la raccolta poetica
"fantasmi, spettri, schermi, avatar e altri sogni"
(Marco Saya edizioni)

interviene SERGIO ROTINO

"la televisione mi guarda mi parla.
da piccola credevo mi vedesse.
non una parola fu per me sola"

"Nella foto di copertina, fotogramma del film Poltergeist di Tobe Hooper, una bambina è inginocchiata davanti a un apparecchio d¹altri   tempi, in una posizione che suggerisce   fascinazione e al tempo stesso adorazione. Due sentimenti che attraversano tutto il libro, in cui al televisore, divenuto via via più grande e piatto, si affiancano i frutti di più recenti evoluzioni tecnologiche: computer, tablet e smartphone. Tutti strumenti funzionali a mantenerci in contatto con il nostro essere virtuale, micro-innesti bionici che, infilati nella nostra mente, alimentano un mondo popolato da fantasmi e spettri."
(dalla prefazione di Francesca Del Moro)

Claudia Zironi opera nel mondo della diffusione culturale con la fanzine Versante Ripido dedicata alla poesia, della quale è uno dei fondatori; dal 2013 è artisticamente legata al Gruppo 77 di Bologna.  Collabora  con  altre  realtà  associative  rivolte all'arte e al sociale. 
Con  questo libro è alla terza pubblicazione poetica in Italia: la prima è del 2012 con questa  stessa casa editrice: "Il  tempo dell¹esistenza² e la seconda del 2014 con Terra d¹ulivi ed.:  ³Eros e polis², in uscita anche in USA con l¹editore Xenos Books in traduzione di Emanuel Di Pasquale.

"VIA CRUCIS FUORI STAGIONE Ho chiesto di realizzare un sogno in Serra Leone Africa... ma un Dio distratto ha capito Sclerosi Laterale Amiotrofica"

Venerdì 17 giugno alle 18,00

presentazione del volume
"VIA CRUCIS FUORI STAGIONE. Ho chiesto di realizzare un sogno in Serra Leone Africa... ma un Dio distratto ha capito Sclerosi Laterale Amiotrofica"
di MASSIMO "MAX" FANELLI
(Venturaedizioni)

Venerdì un incontro sullo scottante tema del fine vita.
Incontro in collaborazione con UAAR - Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti - Circolo di Bologna, inserito nel calendario eventi Pride Libera Tutt*


Massimo (Max) Fanelli, 28 anni trascorsi in una multinazionale come dirigente nel settore vendita, formazione e gestione risorse umane, ha girato tutta l'Italia. Dopo la laurea in Psicologia Sociale e un Master in Counseling and Coaching Skills è volontario nella pubblica assistenza, con Emergency e presso un centro per minori a rischio devianza sociale. E' fondatore e presidente dell'associazione Onlus I Compagni di Jeneba a tutela dei minori.
Max ha dedicato la vita agli altri. Era pronto per cambiare vita, per trasferirsi in Sierra Leone, dai bambini che grazie a lui e alla sua associazione, I Compagni di Jeneba, stanno ricevendo nutrimento, istruzione, un posto sicuro dove passare la giornata e un futuro. Quando, senza alcun preavviso, "la stronza" è arrivata. È stata implacabile e velocissima, la SLA.

Da più di un anno Max non parla, non respira né si nutre autonomamente, l'unica parte che ancora sfugge all'immobilità è l'occhio destro: la sua finestra sul mondo, il suo ultimo modo di far uscire all'esterno, grazie a un lettore oculare, quel leone ruggente che ancora scalpita dentro il suo corpo immobile, ma non insensibile.
Con il suo occhio destro Max ha iniziato una nuova battaglia, quella per la discussione sulla legge di iniziativa Popolare presentata dall'Associazione Luca Coscioni a favore dell'eutanasia legale e del testamento biologico e che da quasi due anni aspetta di essere discussa.
Ha costituito un comitato, Io Sto Con Max, ha scritto ad amici, autorità, personaggi famosi, anche al Papa. Con il suo modo deciso, ma aperto al confronto, ha coinvolto tantissime personalità diverse: politici, sacerdoti, atei, credenti, uomini e donne di tutta Italia. Molti parlamentari hanno aderito alla sua campagna e hanno sottoscritto l'interrogazione parlamentare presentata congiuntamente dall'on. Lara Ricciatti di Sel e dal sen. Sergio Lo Giudice del PD.

Questo libro è stato scritto da Max con il suo occhio destro per condividere la battaglia per una legge sul finevita del movimento #iostoconmax.
Il 13 gennaio di quest'anno, finalmente, il Parlamento ha calendarizzato la legge sul Fine Vita; tuttavia non solo il necessario dibattito etico e medico, ma soprattutto le lungaggini e le dinamiche parlamentari stanno rendendo questo percorso sempre più lungo.

"Ora, a titolo puramente esplicativo, descrivo sinteticamente il mio stato: la SLA ha distrutto tutti i miei nervi motori, della respirazione e deglutizione, e questo si vede. Poi ha bloccato la muscolatura necessaria alla digestione ed ai bisogni corporali, unito a due resistenti piaghe da decubito. Da una settimana inoltre una nuova patologia nervosa ha trasformato il mio corpo in un braciere ardente. Ecco quindi come l¹indifferenza, il pressappochismo e l¹arretratezza culturale, abbandona noi malati terminali, a morire tra atroci sofferenze come nelle più atroci torture, purché sia a norma di legge.

Mi chiedo quale sia il valore della giustizia sociale che i nostri legislatori riservano al popolo italiano."

Ricordiamo quanto previsto dalla Costituzione riguardo l'autodeterminazione dell¹uomo:
art.32 "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana".

Un incontro a nostro avviso necessario, sulla strada dei diritti.

PATRIZIA DUGHERO presenta la raccolta poetica "CANTO DEL SALE"

Mercoledi 15 giugno alle 18,00

PATRIZIA DUGHERO
presenta la raccolta poetica
"CANTO DEL SALE"
(Qudu libri)

interviene LUCA MOZZACHIODI
Mercoledì, una parentesi dedicata alla poesia, grazie all'ultima silloge di Patrizia Dughero, un'amica della nostra libreria da lungo tempo. "Canto del sale", è composta da due parti, due canti in un dittico.
Si tratta di una vera e propria "riscrittura" dove sono radunati numerosi componimenti, dalle prime raccolte poetiche, tra cui quelli in lingua friulana, e alcuni inediti. Le poesie sono state adagiate lungo una linea che rappresenta una sorta di sconfinamento oltre quel "dolore per la prossimità del lontano". I luoghi biografici, dal territorio d'origine dell'autrice, una lontana Gorizia asburgica, giungono a uno spazio iperreale dove i ricordi di vuera (guerra) fanno apparire ossessivamente le impronte da ricomporre, come un mosaico di personaggi monologanti, collocati in scenari atemporali. Si tratta di una raccolta che vuole dire sulla memoria frammentata e su alcuni temi della nostra storia passando da una saga famigliare qualunque, ma straordinaria per chi vi è connesso: considerando che la forma poetica è la via preferenziale per parlare di frammentazione, questi componimenti conservano perlopiù la struttura del "monologo drammatico". I personaggi, famigliari e non, sono andati in scena con le loro vicende inserite nella storia ufficiale, come la memorialistica vuole, per superare l'oblio. Risarcire gli avi per liberare il futuro.

"Ecco cosa ne dice Fabio Franzin."Ora tocca a me condurvi a luoghi nuovi dove / non c'è confine'.
Ecco, questa raccolta, che si chiude con una novena, mi sembra proprio un canto, un atto d'amore nei confronti della memoria, una preghiera lunga quanto un libro. La stanza è stata ricomposta, con tutti gli echi e gli affetti che conteneva; ricomposta e aperta. Ora vi entra la luce e il battito del cuore che ha scritto queste parole di sale, candide, necessarie. Ora è cenere solo un impegno saldato, il suolo è fertilizzato, il fiore sboccia fra le pietre, affiora dal cratere di una dolina"

Patrizia Dughero, di origine friulana, si è laureata in Arti Visive a Bologna, dove vive e lavora. Attualmente la sua attività, oltre alla scrittura poetica, si concentra su articoli e progetti editoriali; i suoi articoli sono apparsi, tra gli altri, su "le Monde diplomatique" e "Leggere Donna" ed è presente in numerose antologie, di racconti, di poesie e in cataloghi d'arte. Da qualche anno sta svolgendo studi sul linguaggio poetico dello haiku. È stata capo redattrice della rivista "Le voci della Luna". Coinvolta nel progetto editoriale di Francesca Matteoni, ha realizzato due articoli a tema fiabesco e sulle mitiche figure denominate Agane, con la partecipazione al volume Di là dal bosco, 2012. È curatrice dei volumi e responsabile di redazione di "24marzo Onlus", Ong che si occupa di Diritti Umani, con particolare riguardo ai desaparecidos argentini. Nel 2013, insieme a Simone Cuva, ha fondato qudulibri, (qudulibri.wordpress.com). Sono sei le sillogi poetiche pubblicate: Luci di Ljubljana, 2010; Le Stanze del Sale, (Premio Giorgi) 2010; Canto di Sonno, in tre tempi, (Premio Ulteriora Mirari) 2011; Reaparecidas, 2013; Filare i versi / Presti verze, 2015, edizione bilingue con la traduzione di Jolka Milic; Canto del sale, 2016. Le sue poesie sono tradotte in spagnolo e sloveno.

SANDERS E CORBIN: STORIE PARALLELE?

Martedì 14 giugno alle 17,00

SANDERS E CORBIN: STORIE PARALLELE?

Presentazione di
- Bernie SANDERS, "Quando è troppo è troppo! Contro Wall Street, per cambiare l'america", a cura di ROSA FIORAVANTE

- Jeremy CORBYN, "La rivoluzione gentile", a cura di DOMENICO CERABONA
(entrambi editi da Castelvecchi)

Ne discutono:

Tiziano BONAZZI,
professore emerito di Storia e Istituzioni delle Americhe presso l'Università di Bologna
Davide FERRARI,
direttore di Casa dei Pensieri Bologna
Caterina GIUSBERTI,
giornalista di Repubblica

Coordina:
Giacomo BOTTOS, direttore della rivista Pandora

saranno presenti i due curatori.

Evento organizzato in collaborazione con la rivista PANDORA

Le improvvise e imprevedibili parabole politiche di Bernie Sanders e Jeremy Corbyn, rispettivamente sfidante di Hillary Clinton alle primarie USA e nuovo leader del Labour Party britannico, sembrano avere, a prima vista, numerosi punti di conttatto. Quanto queste due vicende ci raccontano di una trasformazione politica in atto a livello mondiale, legata alla crescita delle disuguaglianze e al cambiamento dei sistemi politici, e quanto sono invece legate alle specificità delle società e dei contesti politici dove sono nate?